Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 943
VITTORIA - 05/05/2010
Attualità - Vittoria: cresce l’insoddisfazione contro la gestione sanitaria iblea

Tagli e liste d’attesa a fine 2011, l´Asp 7 sotto accusa

Attaccato da tutte le parti, Ettore Gilotta non risponde. «E’ sordità istituzionale», chiosa il sindaco di Vittoria Nicosia, che scrive direttamente all’assessore Massimo Russo
Foto CorrierediRagusa.it

Palermo «taglia» e il manager Ettore Gilotta (nella foto con il governatore Raffaele Lombardo durante l´inuaugurazione della nuova ala al "Guzzardi" fa da parafulmini. «E’ affetto da sordità istituzionale- afferma il sindaco Giuseppe Nicosia- saremo costretti a rivolgerci direttamente all’assessore regionale Massimo Russo per rappresentare le esigenze dei cittadini».

A Modica i cittadini hanno chiamato i carabinieri per ristabilire l’ordine delle prenotazioni per delle tonsille da asportare con urgenza; a Vittoria si ribella il sindaco Giuseppe Nicosia prima che si arrivi all’insurrezione popolare. Questa sanità è perennemente «ammalata». Sembravano tutti d’accordo qualche mese fa, sindaci e sanitari, ma la «recidiva» richiede una rivisitazione d’urgenza.

A dare la stura, l’ultima prenotazione ecografica fissata a un paziente di Vittoria per «dicembre 2011». «Intendo sottoporre all’attenzione dell’assessopre regionale Massimo Russo e del manager Gilotta –scrive Nicosia in una missiva- la situazione in cui versa la sanità nel versante ipparino, colpito da smantellamenti, tagli e disservizi. Vengono tagliati i posti-letto dell’ospedale «Guzzardi», vengono cancellati reparti specialistici e persino la direzione sanitaria, senza tenere in alcuna considerazione la concertazione e le esigenze espresse dai territori. In qualità di sindaco ho già chiesto, assieme alla mia amministrazione, la correzione del decreto dell’assessorato e la rimodulazione dello stesso, tenendo conto delle proposte avanzate dalla conferenza dei sindaci».

Silenzio totale, se a tutt’oggi il sindaco di Vittoria è costretto a prendere carta e penna. «Non ho notizie del decreto che avrebbe dovuto aggiungere i posti letto sottratti immotivatamente. A questo si aggiungano i disservizi che si stanno registrando relativamente all’effettuazione di esami specialistici. Mi arrivano da più parti notizie, che ho avuto modo di verificare, sui tempi di attesa per le ecografie, che inspiegabilmente giungono fino al dicembre del 2011. Un utente che prenota oggi tramite il Cup deve aspettare oltre un anno e mezzo prima di poter essere sottoposto all’esame. Inspiegabilmente, inoltre, è stata cancellata la disponibilità dello specialista di Otorinolaringoiatria e di Urologia, con la conseguenza che per una semplice prestazione si dovrà trasportare il paziente in ambulanza a Ragusa».

Dai dati raccolti da Giuseppe Nicosia, anche «la guardia h24 dell’unità operativa complessa di Medicina del «Guzzardi» è stata smantellata. Ho già provveduto a segnalare questo ennesimo disservizio, ma non ho ancora ricevuto alcun riscontro alla mia nota. Essendo fermamente convinto che la sanità non può e non deve diventare un lusso, e che il servizio pubblico dev’essere in grado di offrire risposte certe e celeri ai bisogni dei cittadini, chiedo l’autorevole intervento vostro, ognuno per le proprie competenze, affinché la sanità del versante ipparino dia prova di efficienza e non sconti il peso di tagli, mortificazioni e «razionalizzazioni» che hanno come unico effetto quello di allineare il nostro territorio ai Paesi del Terzo Mondo».