Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 882
VITTORIA - 13/03/2010
Attualità - Modica: Ascom e Polocommerciale preoccupati per il futuro imprenditoriale della città

Modica: i commercianti "sfiduciano" l´amministrazione

Per l’amministrazione nessun alibi, buche ed avvallamenti devono essere riparati al più presto

Promossi in pulizia, bocciati in viabilità e manutenzioni. Ascom ed Associazione Polo Commerciale danno le pagelle all’amministrazione Buscema e sono molto preoccupati.

Giuseppe Assenza, presidente Ascom e Girolamo Carpentieri, presidente Associazione Polo Commerciale, apprezzano gli sforzi ed i risultati conseguiti nella raccolta dei rifiuti solidi urbani ma denunciano il pietoso stato delle strade e temono per il futuro commerciale della città. Buche, avvallamenti, pericoli di tombini ceduti, c’è i tutto sulle strade della città.

»E’ ora di finirla dicono all’unisono con questo atteggiamento di resa esibendo l’alibi del debito; se si continua così il debito prodotto dalle attività commerciali sarà di gran lunga più deleterio di quello del comune». Incalza Antonio Aurnia «In qualunque altra città si sarebbe sollevata una sommossa animata da sdegno misto ad esasperazione; i nostri clienti non ricordano una città ridotta in questo modo».

All’Ascom non piace neppure come si procede con le riparazioni perché ogni cantiere provoca subito dopo una nuova buca. I commercianti temono di perdere la battaglia con altre realtà provinciali, a cominciare dal capoluogo, proprio a causa dell’incredibile stato delle strade.

«Constato un progressivo peggioramento della manutenzione delle strade che ci era stato prospettato come una priorità ma che è risultato un semplice prendere tempo con questa o con quell’altra scusa – dice il presidente Girolamo Carpentieri-« Con il via alle aperture domenicali, la città si aprirà ai flussi provenienti dalle città e dalle province limitrofe: non accetteremo di farci trovare in questo stato vanificando gli sforzi, giornalieri e costanti che le nostra attività imprenditoriali sono ancora orgogliose di fare ma che rischiano di essere inutili».

Giuseppe Assenza e Girolamo Carpentieri hanno chiesto un incontro al sindaco per stilare un piano di interventi che possa limitare i danni in un periodo cruciale delle attività commerciali.