Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 848
VITTORIA - 10/03/2010
Attualità - Vittoria: iniziativa del sindaco Nicosia a favore del lavoro regolare

Niente tasse a chi assume e versa i contributi ai lavoratori

Dopo il regolamento antipizzo a chi denuncia il racket, benefici anche a chi non dà lavoro in nero

Il Comune di Vittoria è intenzionato a esentare dalle tasse anche chi dà lavoro regolare. Per Giuseppe Nicosia si tratta di una seconda sfida. «Dopo il regolamento antipizzo per premiare, abbattendo le tasse comunali, imprenditori e commercianti che denunciano il racket delle estorsioni- si afferma- propongo un nuovo regolamento per gli imprenditori che escono dalla pratica del lavoro nero. Il lavoro è oggi la prima emergenza sociale, sia che manchi sia che si tratti di lavoro nero. Ne abbiamo avuto notizia anche stamattina con l’operazione che la Guardia di finanza ha avviato per fare emergere il lavoro nero nell’ambito dell’imprenditoria agricola. Ecco perché ho lanciato e rinnovo una proposta forte che ricalca quella presentata nel 2008 per gli imprenditori che denunciano il racket: abbattere i tributi comunali per le aziende che dimostrano di assumere persone a tempo indeterminato. Abbiamo già predisposto il regolamento che prevede l’abbattimento di tutti i tributi comunali, per più annualità a seconda del numero di impiegati per ogni azienda».

Con il regolamento antisommerso, il Comune di Vittoria vuole incentivare le imprese a dare lavoro in un momento di grande crisi; fare cessare la pratica del lavoro nero e trasformare anche i rapporti di lavoro parziale e precario, ove possibile, in lavoro a tempo indeterminato.

«La nostra è una forma di incentivo per il lavoro a livello comunale, ma a livello statale occorrerebbe fare molto di più, e studiare qualunque forma di incentivo che aiuti le imprese. Da Vittoria- continua il sindaco- parte un altro segnale forte, per aiutare le imprese sane a dare lavoro e per agevolare ogni possibilità occupazionale. Vogliamo imprenditori che abbiano il coraggio di denunciare il racket e di dare lavoro e occupazione seguendo le regole. Noi siamo pronti a premiarli, abbattendo le tasse».