Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1275
VITTORIA - 14/01/2010
Attualità - Vittoria: Giuseppe Mustile fa i conti ai progettisti della scuola «Vittoria Colonna»

«La scuola dei lavori sbagliati. Parcelle di 110mila euro»

Il consigliere provinciale del Sel è in possesso della nota inviata alla Procura e alla Corte dei Conti dal segretario generale. E chiede al Comune di recuperare i soldi pagati in anticipo per rivalsa
Foto CorrierediRagusa.it

C’è il vecchio detto: «chi paga anticipatamente mangia pesce puzzolente» che Pippo Mustile (nella foto al centro), consigliere provinciale del Sel vuole appiccicare ai lavori della Scuola Vittoria Colonna che da quando è sotto restaurazione non ha più avuto un attimo di pace. «Scuola Vittoria Colonna…il porto delle nebbie» chiosa Mustile per sintetizzare un enorme spreco di soldi senza avere il riscontro dell’efficienza necessaria.

Una nota alla nitroglicerina allo stato puro. «Un progetto di 1.632.000 euro-continua Mustile- che stiamo pagando con mutuo decennale per avere una scuola storica ancora al freddo ed al gelo e con un restauro parziale e fatto male». Sui disagi e sulle polemiche che hanno avvolto la «Vittoria Colonna», a partire dai lavori di restauro, alle guerre fra plesso elementare e media per fruire della palestra, ai soldi spesi per gli infissi agli alberi estirpati dai marciapiedi, si potrebbe una libro.

«Gli errori commessi dai progettisti nella stesura del progetto definitivo ed esecutivo, già pagati profumatamente in anticipo, saranno pagati dagli insegnanti e dagli alunni. Le finestre dovevano essere sostituite e sono al loro posto, così come gli spifferi, perché non sono stati previsti i soldi per la necessaria sostituzione».

Secondo quanto riferisce Peppe Mustile, anche il segretario generale Antonello Maria Fortuna si sarebbe messo le mani fra i capelli per le anomalie riscontrate tanto da mandare tutto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Una nota di cui Mustile è in possesso.

«Non si è operato nell’interesse della comunità- rincara il consigliere provinciale del Sel -ma solo dei tecnici che sono stati pagati profumatamente: ben 110.000 euro le parcelle liquidate per progetti definitivo ed esecutivo senza che ci fossero le condizioni necessarie e sufficienti per poter avere quanto gli spettava».

Errori nella scuola che Mustile segna con la matita blu. «Dalla perizia di variante e suppletiva chiesta dalla giunta ad altri professionisti, perché nel frattempo quelli di prima si erano dimessi dall’incarico, risultano tutti gli errori, gli strafalcioni, le previsioni mancate dei due progetti che non hanno permesso di compiere i lavori necessari al restauro in quanto i due progetti erano talmente carenti da risultare impossibile anche cantierare il progetto stesso».

Mustile accusa l’amministrazione per avere pagato anticipatamente i progettisti. «Pagati addirittura con il fondo di rotazione e senza aspettare il finanziamento. Perché tutta questa fretta? Di cosa si aveva paura? Perché il Rup non ha controllato ed ha firmato sia i progetti sia la perizia di variante che diceva peste e corna dei due progetti?».

Per questi motivi, il segretario generale ha trasmesso una nota alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti.