Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 904
VITTORIA - 15/11/2009
Attualità - Vittoria: il "Premio Comitini" per lo stand più bello

L´Emaia premia lo stand dell´azienda dei marmi dei fratelli Romeo

Collocata in contrada Boscopiano, in territorio vittoriese, l’azienda, annovera trenta anni di presenza nell’ambito dell’imprenditoria artigianale locale Foto Corrierediragusa.it

L´Emaia d´autunno premia il suo stand più bello. E’ nella strada 12 che è si trova lo stand di maggiore design (nella foto), quello con una marcia nel sapere promuovere e comunicare l’immagine del suo prodotto. Vincitore assoluto , della prima edizione del Premio «Migliore Allestimento Stand Giovanni Comitini» selezionato tra tutte le vetrine aziendali presenti alla 43° edizione della Campionaria, è l’Industria Marmi dei Fratelli Romeo. Collocata in contrada Boscopiano, in territorio vittoriese, l’azienda, annovera trenta anni di presenza nell’ambito dell’imprenditoria artigianale locale.

«Dopo 15 anni siamo tornati alla Novembrina. Scelta azzeccata. Un ritorno in fiera, più che felice» ha commentato, visibilmente emozionato, l’imprenditore vittoriese Carlo Romeo, quando questa mattina alle 12 ha ricevuto la notizia della vittoria che gli consentirà di usufruire dell’annualità espositiva gratuita per il prossimo calendario fieristico.

A portare la «buona novella» all’imprenditore vittoriese è stato il presidente della Fiera Emaia Salvatore Di Falco, accompagnato dalla presidentessa della giuria, Liliana Comitini, figlia del presidente storico dell’Emaia, e da due giurati, l’architetto Liliana Stimolo e l’esperto d’arte locale, il professore Alfredo Campo.

Parametri di valutazione per la giuria sono stati: l’innovazione e la creatività, la linearità e la sobrietà delle forme, e la valorizzazione del prodotto.

«Parametri corrispondenti ai criteri di chi vuole ormai esporre in una fiera contemporanea» spiega la presidentessa della giuria Liliana Comitini che a proposito dell’ideazione e istituzione del premio, commenta: «Sono orgogliosa che il nome di mio padre venga associato alla voglia di Emaia di continuare a crescere, di scommettere sul suo futuro contando sull’alleanza con gli espositori. La cura estetica dello stand è il segnale di un’imprenditoria sempre più attenta alle esigenze del mercato, capace di cogliere l’importanza del marketing aziendale. In questa grande scommessa, Emaia può essere il partner privilegiato».

«Con il premio Giovanni Comitini- sottolinea il presidente dell’Emaia Salvatore Di Falco- lanciamo un messaggio importante sul valore estetico della comunicazione aziendale in ambito fieristico. Ecco perché abbiamo pensato a Giovanni Comitini, un amministratore illuminato che costruì l’attuale struttura. Un’attenzione estetica, inarrestabile e in continua evoluzione, l’ammodernamento della struttura non può che essere una delle priorità della nostra gestione aziendale».