Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1001
VITTORIA - 02/10/2009
Attualità - Vittoria: fenomeno preoccupante che fa riflettere sulla didattica scolastica

Mustile: "Fra 10 anni Vittoria non avrà medici locali"

I giovani vittoriesi non riescono a superare i test delle facoltà di medicina e chirurgia e, tra qualche anno, il Guzzardi potrebbe annoverare solo medici venuti da fuori Vittoria
Foto CorrierediRagusa.it

"Sono somari gli studenti o sono sbagliati i metodi d´insegnamento?" Un allarme provocatorio e piuttosto singolare quello lanciato dal consigliere provinciale di Sinistra e Libertà e responsabile del Sert di Vittoria Giuseppe Mustile (nella foto). Secondo Mustile i giovani vittoriesi non riescono a superare i test delle facoltà di medicina e chirurgia e, tra qualche anno, il "Guzzardi" potrebbe annoverare solo medici venuti da fuori Vittoria. Tra qualche anno, quindi, la città di Vittoria, potrebbe subire una nuova forma di immigrazione di massa: quella dei medici e dei chirurghi.

I ragazzi vittoriesi, infatti, a quanto pare non brillano alle prove d’ingresso delle facoltà di medicina. Ai test 2009 un solo ragazzo di Vittoria sarebbe riuscito a superare i quiz e gli orali. «Bisogna trovare delle contromisure se non vogliamo fare impoverire il nostro tessuto sociale di figure importanti quali quelli dei medici», afferma Mustile.

Il medico chiama in causa la scuola e la classe docente con una serie di preoccupanti interrogativi. "Non funziona la preparazione degli alunni al Liceo classico e scientifico di Vittoria? Esiste una differenza significativa con altri licei vicini? Sono tutti dei «somari» i ragazzi e le ragazze di Vittoria? Come è possibile che un liceale non sappia chi sono i talebani o chi sono i desaparecidos o che cosa è l’intifada? E’ assurdo per esempio non completare la formazione didattica sul novecento italiano".

Ma se, come lo stesso Mustile ricorda, il rapporto sulle povertà della Caritas ragusana colloca Vittoria tra le città a più alto tasso di analfabetismo nella provincia di Ragusa, allora il problema è diffuso e non dipende da alcun istituto in particolare.