Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1274
VITTORIA - 11/11/2007
Attualità - Vittoria - In via sperimentale per incrementare la sicurezza

Al via la videosorveglianza:
vigileranno 6 telecamere

Anche piazza Manin tra i luoghi monitorati Foto Corrierediragusa.it

Parte la videosorveglianza nel comune di Vittoria. Per cominciare 6 telecamere, la prima in piazza Senia o Daniele Manin, il luogo di ritrovo di migliaia di nordafricani, le altre dove decideranno anche le forze dell’ordine. La giunta ha deliberato l’acquisto e il posizionamento di 6 telecamere per la videosorveglianza, per ora a livello sperimentale.

"Se i riscontri saranno positivi- dichiara il sindaco Nicosia- la rete verrà ampliata con un impianto massiccio. Intanto abbiamo pensato alle prime 6 telecamere, delle quali la prima verrà posizionata in piazza Senia, mentre l’allocazione delle altre 5 verrà concordata con la polizia municipale e con le forze dell’ordine. Si tratta solo di un primo segnale, certo, ma riteniamo che da qui cominci il vero e definitivo impegno per la sicurezza e per la videosorveglianza della città".

Sia pure con molto ritardo, comincia il progetto investimento per la sicurezza. Da diversi anni a Vittoria si dibatte questo problema della telesorveglianza. Finalmente cisiamo. "Questa delibera- afferma ancora il sindaco- assieme ai 31 mila euro destinati alla videosorveglianza delle campagne, al progetto per la richiesta di finanziamento della videosorveglianza nella zona artigianale e ai 30 mila euro stanziati come contributo per il progetto «Negozio sicuro», rappresenta una chiara risposta a quanti ritengono che si debba investire sulla sicurezza.

Se i risultati saranno positivi, come mi auguro, avvieremo ogni azione utile per stanziare circa 50 mila euro l’anno per telecamere, in modo da coprire l’intero territorio e da aumentare il grado di sicurezza. Le prime sei telecamere potranno essere installate tra dicembre e gennaio".