Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 688
VITTORIA - 18/08/2009
Attualità - Vittoria: la "maledetta" provinciale del mare, si discute sul come renderla sicura

500 accessi laterali in 12 km sulla Vittoria-Scoglitti

Passi carrabili costruiti spesso abusivamente, trappole mortali per distratti e spericolati. Iniziative forti: ridurre il limite a 50km/h, installare autovelox e separare le corsie Foto Corrierediragusa.it

Dopo che i buoi sono fuggiti costruiscono il recinto. Ora tutti vogliono la Vittoria-Scoglitti a carreggiate separate. Una che va e l’altra che viene, intervallate da rotatorie che consentano l’inversione di marcia per dare accesso ai passi carrabili laterali nei due sensi di marcia. Solo in questo modo si potrà evitare di contare altri morti, il cui numero elevatissimo è diventato insopportabile e inaccettabile.

La Vittoria- mare è una delle arterie più pericolose della provincia. Nell’ultimo sopralluogo effettuato dall’assessorato alla Polizia municipale sono stati contati ben 500 accessi laterali in 12 chilometri. «Passi carrabili- scrive l’assessorato retto da Piero La Terra- costruiti spesso abusivamente, senza che le precedenti amministrazioni comunali mettessero un freno a quello che, oggi, si sta rivelando un problema difficilissimo da affrontare».

A discutere della messa in sicurezza della strada, l’assessore La Terra, il consigliere Mariella Garofalo, Pippo Pollara, Rossella Pistola, il consigliere provinciale Pippo Mustile, gli ex sindaci Salvatore Garofalo ed Enzo Cilia, Giovanni Ficicchia e Lino Di Rosa. Per il Comune di Vittoria presenti anche il geometra Salvatore Occhipinti e il capitano di Polizia municipale Enzo Simola.

Il vertice amministrazione- Casa della sinistra è servito a prendere decisioni immediate. «Da subito - scrive l’assessorato- sarà presente sulla ex Sp17 dalle otto del mattino a mezzanotte una pattuglia, automontata con lampeggiante, di volontari della Protezione Civile che percorrerà nei due sensi di marcia la Vittoria-Scoglitti. A questa si aggiunge, sempre da domani mattina, la presenza costante di una pattuglia di Polizia Municipale dotata di autovelox».

Ecco le proposte più importanti avanzate dai rappresentanti della sinistra: «Ordinanza sindacale per considerare e trattare l’arteria stradale come una strada urbana con tutti i limiti e vincoli che ciò impone; separare le carreggiate, nell’immediato con quanto di più idoneo e sicuro i tecnici riterranno opportuno (transenne, birilli, nastro, ecc…) e successivamente con barriere più stabili per rendere a senso unico la percorrenza della Vittoria Scoglitti e viceversa; intensificare la vigilanza con servizi di pattugliamento 24 ore su 24 affinché vengano rispettate le regole ed i limiti imposti; subito, pulire e ripulire le carreggiate e gli argini stradali dalle erbacce e dai canneti che ne limitano la visibilità e la rendono più insicura; inserire nei tratti più veloci e pericolosi sistemi di video sorveglianza per colpire duramente i trasgressori dei limiti e dei divieti; farsi promotore di un comitato di salute pubblica per ipotizzare una soluzione definitiva, civile e moderna per dotare Vittoria di un collegamento con la frazione marinara di Scoglitti».

Nella problematica sarà coinvolto il presidente Franco Antoci per sbloccare i fondi della viabilità destinati alle arterie del versante ipparino.

(Nella foto in alto un autoarticolato ribaltato a seguito di uno degli incidenti più gravi mai registratisi lungo la pericolosa arteria)