Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 571
VITTORIA - 03/08/2009
Attualità - Vittoria: sit-in dell’opposizione sull’iniziativa degli amministratori nel piazzale Emaia

Vittoria: mercatino del sabato, un euro per parcheggiare

La minoranza protesta. Fraschilla: «Erano d’accordo, sono pretestuosi»

Il nuovo corso del mercatino del sabato è cominciato. Sabato scorso, per entrare e parcheggiare nel piazzale dell’Emaia, la gente ha pagato un euro. Fra sit in polemici dell’opposizione e affannosa spiegazione degli amministratori dell’Emaia sulla bontà dell’iniziativa che porterà nuova linfa economica a una struttura ormai fatiscente e poco competitiva.

Ma la gente, quella che il sabato si reca al mercatino, come ha appreso la novità? Davanti ai sit in di Riccardo Terranova, Marco Greco, Salvatore Artini e Giovanni Moscato urla che è una vergogna, un abuso, un altro balzello ingiusto sulla collettività. Davanti alle orecchie di Salvatore Di Falco e Angelo Fraschilla, presidente e direttore dell’Emaia, afferma che in fondo è giusto far pagare un euro a macchina per mezza giornata a condizione che i soldi vengano spesi per migliorare i servizi.

Così sono le persone davanti al potere e all’opposizione. Ma le polemiche rimangono vive. Dicono Marco Greco e Giovanni Moscato: «L’Emaia incassa 300 mila euro l’anno per varie esposizioni, ha strutture carenti ed è senza asfalto. Non siamo contrari all’euro, ma prima facciamo i servizi e poi mettiamo l’euro. Cosa faranno con questo soldi? Si calcola un incasso annuo di 70 mila euro».

Salvatore Artini: «Chiedere l’elemosina per fare entrare la gente è il fallimento. Prima avremmo dovuto avere un confronto in Consiglio comunale, che non c’è stato». Per Terranova «si colpisce la fascia sociale più debole. Se l’euro fa diminuire gli ingressi si colpiscono anche i commercianti ambulanti che venderanno di meno».

Spiega il direttore Angelo Fraschilla: «Abbiamo già consegnato le modalità di spesa incassati al mercatino del sabato in audizione alla Commissione Bilancio su richiesta del consigliere Marco Greco. Dopo 3 mesi dall’audizione sollevano il problema. E’ solo un pretesto. Facciano quello che vogliono, noi andiamo avanti per migliorare la struttura non per farla morire».

Il movimento Cittadino Progetto Vittoria, intanto, a firma di Giuseppe Mascolino, ha espresso con il proprio voto, in seno al CDA Emaia , di non sottrarsi all’obbiettivo importante di trasformazione dell’Ente fiera , da municipalizzata in «Fiera Emaia Vittoria S.p.A Polo Fieristico del Mediterraneo.

«Abbiamo colto la concretezza dell’azione- dice Mascolino- fin dalla firma del protocollo di intesa con la Camera di Commercio di Ragusa e su questa linea che si va tracciando abbiamo fatto richiesta in seno al C.D.A Emaia di promuovere l’ente fieristico come volano economico per tutta la provincia di Ragusa, lavorando seriamente sulla 1° edizione della fiera Iblea e suggerendo anche il titolo della futura edizione provinciale in «Fiera delle 12 Terre». Le 12 cittadine che riescono ad esprimere il meglio del tessuto economico della provincia Iblea anche in tempo di crisi.