Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 594
VITTORIA - 21/07/2009
Attualità - Vittoria: presentato alla città il progetto redatto da Angelo Fraschilla

Vittoria: Emaia Spa, 51% al Comune, 49% pubblico-privato

Rivoluzione Cda: durata carica 3 anni; presidente nominato dal Comune e direttore per titoli e meriti professionali

Presentata alla città la nuova bozza di statuto che trasforma l’Emaia da municipalizzata a Società per azioni. Adesso la parola spetta al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Un minuto dopo il pronunciamento, sia che venga approvata o bocciata, Salvatore Di Falco e Angelo Fraschilla, presidente del Cda e direttore generale dell’azienda, si dimetteranno.

La bozza porta il nome di Angelo Fraschilla, chiamato nella veste di consulente, prima che di direttore generale, a studiare il progetto per fare uscire dalle secche la struttura e rilanciarla nella veste di Spa. Un lavoro di qualche anno che adesso viene proposto al Consiglio comunale, piuttosto critico nei confronti degli ultimi risultati deludenti ottenuti dall’Emaia. L’ultima edizione è stato un flop, perché la direzione e la presidenza hanno avuto il coraggio di ridurre gli espositori di cianfrusaglie.

Se ci sarà la trasformazione in Spa, il 51 per cento andrà al Comune, il 49 per cento capitale pubblico e privato. Camera di Commercio di Ragusa, Provincia e privati che vogliono investire con azioni nominali di 100 euro. Esistono contatti con le Camere di Commercio di Catania e Siracusa.

Il presidente dell’Emaia Spa avrà nomina pubblica e spetterà al Comune di Vittoria. Il direttore generale, che avrà il compito di tracciare le linee strategiche della società, di guidare il personale, di controbilanciare il potere del Cda con quello degli altri azionisti, sarà scelto sulla valutazione di titoli e meriti, di specchiata moralità e di competenze settoriali.

Anche per la nomina dei consiglieri saranno previste qualità che finora sono state esclusiva riserva dei partiti e delle sotto correnti interne. La Fiera Emaia Spa parte con un capitale sociale di due milioni di euro, corrispondenti ai soli beni strumentali, che sarà diviso in azioni ordinarie del valore nominale di euro 100.