Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1178
VITTORIA - 20/07/2009
Attualità - Vittoria: gli ultimi episodi di Scoglitti hanno messo in risalto disservizi

Ma dove vanno i marinai, senza un gommone d’alto mare…

Il natante che presidiava la costa al largo di Scoglitti è stato trasferito nel nuovo porto di Marina di Ragusa
Foto CorrierediRagusa.it

Le armi di Mussolini erano poche, i cannoni anche finti, ma bastavano a presidiare tutta la costa adriatica e a fare paura ai greci. Perché alla bisogna venivano trasferite da un posto a un altro, tanto da scoraggiare le altre nazioni.

Proprio come il gommone in dotazione alla Capitaneria di porto di Scoglitti, trasferito a Marina di Ragusa da quando è attivo il mega porto turistico della ridente frazione ragusana. Un solo mezzo nautico per due porti. Ubi maior!

I marinai della Capitaneria di Scoglitti sono stati appiedati, è il caso di dire. Resi alla stregua di soldati di fanteria. In un momento di emergenza possono intervenire via terra, ma non via mare. Impotenti in caso di salvataggio di qualche bagnante in difficoltà; disarmati in presenza di sbarco di nordafricani (per fortuna l’accordo con la Libia funziona); spettatori passivi quando acquascoteristi si esibiscono in acrobazie nautiche con il rischio di decapitare i bagnanti vicini alla battigia.

Il tutto in ossequio alla logica del risparmio. I gommoni della Capitaneria come le armi di Mussolini… e sappiamo come finì la grandezza e la potenza bellica del duce proprio 66 anni fa.

(Nella foto il porto di Scoglitti)