Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1193
VITTORIA - 01/11/2007
Attualità - Vittoria - Nomina a sorpresa che fa scemare gli appetiti

E´ Paolo Sbezzo (Margherita)
il nuovo direttore dell´Amiu

Fra i primi impegni la raccolta differenziata: "Una scommessa" Foto Corrierediragusa.it

L’Amiu ha un nuovo direttore. Non è del Mpa, come si pensava. E’ Paolo Sbezzo (nella foto), consulente del lavoro, esponente della Margherita. La delibera di nomina è stata firmata il 26 ottobre, ma la notizia è filtrata solo ieri. Sbezzo lavorerà in piena sintonia con il presidente Giorgio Puccia.

Con la nomina di Sbezzo scemano tutti gli appetiti che s’erano accesi attorno alla seconda poltrona dell’azienda di contrada Valseca. E si fermano anche i rulli di tamburi della sinistra, già pronta ad attaccare l’amministrazione in caso di nomina di un esponente Mpa, come s’era detto qualche settimana fa. In pole position, infatti, c’erano tre esponenti di Mpa: Paolo Amarù, Roberto Sisino e Giuseppe La Terra. No comment del movimento alla notizia della nomina di Sbezzo.

Solo Roberto Sisino, con molto savoir- faire ha preso il telefono e s’è complimentato con il neo presidente. Il sindaco Nicosia forse non ha voluto forzare la mano con un altro incarico al Mpa, che avrebbe sicuramente provocato nuova frizione a pochi giorni dall’incontro pubblico per l’allargamento della giunta. "Per quel che mi riguarda- esordisce il neo direttore Sbezzo- ho registrato commenti positivi alla mia nomina.

Ho già parlato con il presidente e con il personale dell’Amiu, che mi hanno manifestato stima e consenso. Fra i primi impegni, la differenziata, che considero una scommessa, la riorganizzazione delle zone nevralgiche della città, una maggiore pulizia nelle scuole e del mercato ortofrutticolo".