Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 908
VITTORIA - 14/09/2007
Attualità - Progetto della Provincia

Al via il ripopolamento ittico

Barriere antistrascico al largo del porto
di Scoglitti
Foto Corrierediragusa.it

Sono stati consegnati ieri i lavori per la realizzazione delle barriere antistrascico nello specchio d’acqua di mare antistante il porto di Scoglitti. Alla presenza del presidente della Provincia Franco Antoci, dell’assessore al Territorio ed Ambiente Salvo Mallia (nella foto), del direttore dei lavori e della ditta aggiudicataria dell’appalto, per una somma di 70 mila euro, si è proceduto alla firma del verbale di consegna.

L’appalto riguarda la realizzazione di barriere antistrascico e di ripopolamento ittico nello specchio d’acqua antistante il porto di Scoglitti. Si dà così corso al progetto generale di massima finalizzato alla protezione ed al ripopolamento ittico del litorale ibleo da realizzare mediante «barriere o strutture artificiali».

«Il progetto generale di massima ? afferma l’assessore provinciale al Territorio
e Ambiente, Salvo Mallia - intende ricostruire le risorse biologiche costiere degradate da un intenso sfruttamento di pesca; creare delle zone marinare protette mediante oasi di ripopolamento; impedire meccanicamente lo strascico sotto costa e rivitalizzare la piccola pesca con attrezzi fissi, recuperando valori umani, storici e culturali che altrimenti rischierebbero di scomparire».

Anche il presidente Antoci ha sottolineato «la valenza di questo progetto che permette un primo esperimento per favorire il ripopolamento ittico e la tutela di una zona molto pescosa». Ed ha aggiunto: «Verificheremo i risultati di questa realizzazione e attingendo magari ai bandi Por di prossima uscita la realizzazione di barriere antistrascico potrà essere estesa anche da altri tratti del litorale».