Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 456
VITTORIA - 26/03/2009
Attualità - Vittoria: un progetto ambizioso per riscuotere crediti passati

Task force di 24 avvocati per recuperare 20 milioni di euro

Si punta alle grosse utenze, attività commerciali e artigianali che non pagano i tributi da 6 anni

Una task force di 24 avvocati per recuperare i crediti di utenti morosi da almeno 6 anni. E’ il piano approntato dall’amministrazione comunale per snellire e rendere più «umano» l’approccio con gli utenti. Basta Serit, il cui rapporto è entrato in crisi da qualche mese, adesso si vogliono cambiare le modalità nel recupero dei crediti.

L’amministrazione stipulerà una convenzione con i legali di Vittoria che riceveranno un compenso sulla base della consistenza del credito e della modalità di riscossione: se semplice o con atto coattivo. I particolari sono stati illustrati agli avvocati che hanno già presentato domanda per partecipare al progetto di recupero approntato dall’assossore ai Tributi Carmelo Diquattro e dal dirigente del settore Giuseppe Sulsenti.

Si calcola che il Comune dovrebbe incassare, grazie a questa operazione, qualcosa come 18-20 milioni di euro per tributi accertati e non pagati dalle utenze commerciali e artigianali.

«Puntiamo ai grandi evasori- ha detto l’assessore Carmelo Diquattro, a quelli che non hanno mai pagato da 6 anni, anche quando non c’era la crisi economica. Vittoria non ha aumentato i tributi da 5 anni, se riusciamo a recuperare questi crediti non solo non aumenterà l’imposizione contributiva, ma potrebbe anche diminuire».