Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 132
VITTORIA - 15/03/2009
Attualità - Vittoria: graduatorie assunzioni, 10 consiglieri preentano esposto Procura

Concetta Fiore: «Per l’Amiu mi faccio arrestare»

Fiore, Zelante, Aiello, Greco, Cannizzo, Mascolino, Terranova, Artini e Dieli inviano esposto in Procura
Foto CorrierediRagusa.it

"Sono disposta a farmi arrestare, sulle graduatorie dell’Amiu voglio chiarezza". Concetta Fiore (nella foto) c’è ancora. La voce dell’ardita è tornata a farsi sentire. Da presidente della Commissione Bilancio ha creato un movimento di 10 consiglieri disposti a inscenare qualsiasi forma di protesta pur di accedere alle graduatorie dell’Amiu.

Giovedì ha chiamato i Carabinieri, arrivati subito davanti all’azienda temendo chissà quali tumulti, e venerdì ha presentato un esposto alla Procura e alla Guardia di Finanza. Si vuole rivolgere anche al Tar.

I motivi della protesta stanno nel diniego all’accesso imposto dal presidente e dal direttore dell’Amiu Gino Puccia e Michele Guzzardi. La richiesta avanzata da Concetta Fiore e da Giuseppe Cannizzo, presidenti delle Commissioni Bilancio e Affari Generali, mon sarebbe passata attraverso i canali dall’Urp, quindi non è da accogliere.

Apriti cielo! «Il Consiglio comunale- dice Fiore- ci ha dato il mandato di accesso per controllare atti e graduatorie dal 2008 fino al 2004. Vogliamo vederci chiaro su come sono state formate le graduatorie. E siamo disposti a organizzare qualsiasi azione di protesta».

Si preannuncia una settimana più calda di quella passata all’Amiu. L’elenco dei consiglieri che seguono Concetta Fiore è lungo. Giuseppe Cannizzo, Roberto Zelante, Francesco Aiello, Marco Greco, Mario Mascolino, Riccardo Terranova. Salvatore Artini e Nello Dieli. Questi sono i firmatari dell’esposto inviato alla Procura della Repubblica.

Nel gruppo della protesta non poteva mancare l’ex sindaco Aiello, il leader di Azione democratica che giovedì corso ha vestito i panni del «caporale-giardiniere» alla testa di un gruppo di pulizieri e s’è messo a tagliare aiuole e erbacce prima che sul posto di lavoro arrivassero i veri operai dell’Amiu. La vicenda ha mandato su tutte le furie il presidente dell’Amiu Gino Puccia che ha denunciato l’accaduto alla Procura.