Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1131
VITTORIA - 24/10/2007
Attualità - Revocato l’incarico di Rup all’architetto Mariangela Mormina

Vicenda cimitero: a rischio
gli assessori Rocca e Avola

Il sindaco Nicosia: "Due galli in un pollaio sono troppi" Foto Corrierediragusa.it

Revocato l´incarico di Rup all´architetto Mariangela Mormina. S´era scusata con la Conscoop a causa della revoca del Project financing. Il sindaco Giuseppe Nicosia non ha gradito la lettera di scuse indirizzata dal Rup alla Conscoop, società che ha adito le vie legale contro il Comune dopo l’affossamento del Project financing.

E sempre sulla vicenda cimiteriale, Salvatore Avola e Titta Rocca rischiano di farsi male da soli. In vista del rimpasto della giunta potrebbero essere avvicendati entrambi. La lite fra i due, e nel mezzo Angelo Dezio, ha provocato polemiche in seno alla giunta e ha messo un po´ in difficoltà il sindaco. Il quale usa la metafora dei due polli nel pollaio per sottolineare che i suoi collaboratori sbagliano a polemizzare: "Due galli in un pollaio sono troppi: se si attaccano, si spennano da soli".

Una frase, quella del sindaco, che sottintende una possibile revoca dei mandati a entrambi. Decisione che Nicosia vorrebbe evitare a tutti i costi. Il vice sindaco Avola è intervenuto per difendersi dall´attacco di Rocca: "Basta con le polemiche, è ora di finirla. Non voglio dare un’immagine di amministrazione litigiosa, ma voglio ricordare al consulente Rocca che non c’è nessuna incompatibilità fra la carica amministrativa e quella di tecnico. Lascio ai cittadini e al sindaco giudicare sulla mia onestà".

Il sindaco in qualche modo difende il suo vice. "Avola- afferma Nicosia- sul cimitero non ha più preso posizione. Concordo con Rocca quando dice che il rilancio dell’amministrazione è lento, ma non per colpa degli amministratori, semmai della burocrazia che stiamo cercando di scardinare facendo cambiare mentalità e modo di lavorare".