Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 317
VITTORIA - 18/02/2009
Attualità - Ragusa: iniziativa del Centro Studi «F. Rossitto»

66 cittadini iblei difendono la Costituzione

In difesa della Carta Costituzionale, nata per unire e non per dividere Foto Corrierediragusa.it

«Siamo con il Presidente della Repubblica», custode e garante della Costituzione. E’ questo il grido unanime sottolineato da diverse migliaia di firme che continuano ad arrivare da ogni dove «in difesa della Costituzione, del suo valore e del suo significato». Nell’appello si denuncia la «situazione senza precedenti nella vita giuridica e politica italiana» che si è venuta a creare in questi giorni.

Anche il Centro Studi «F. Rossitto» di Ragusa ha aderito a tale iniziativa inviando, al Presidente della Repubblica, un telegramma il cui incipit è «Grazie Presidente».

Un documento, sottoscritto da 66 cittadini iblei, accompagnato da non poche attestazioni di affettuosa solidarietà al Presidente Giorgio Napolitano per «aver saputo difendere la Costituzione Democratica» in una «stagione greve che il Paese attraversa, di fronte al tentativo devastante di stravolgere i principi fondanti dell’ordinamento giuridico e democratico».

Un’affettuosa solidarietà è stata manifestata, in particolare, dal Presidente del Centro Studi, on. Giorgio Chessari, il quale ha espresso forte sostegno al Capo dello Stato per il suo «coraggio, l’equilibrio e il rigore con cui ha evitato che si vulnerasse il principio della divisione dei poteri» rimarcando come uno dei principi fondamentali della Carta Costituzionale è proprio il rispetto delle aree di ciascun potere (legislativo, esecutivo, giuridico) dettato allo scopo di evitare la prevaricazione dell’uno sull’altro.