Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1345
VITTORIA - 08/12/2008
Attualità - Vittoria – In città si respira già l’atmosfera natalizia

«Notte bianca», una grande vetrina per gli artisti locali

Da Elena Formica ai nostri giorni, l’arte del ricamo vittoriese rivive in una mostra all’ex Centrale elettrica
Foto CorrierediRagusa.it

La Notte bianca ha aperto le porte al prossimo Natale. C’è aria di crisi in città, ma la gente ha voglia di uscire. L’illuminazione natalizia, i negozi aperti e i concertini degli artisti lungo la via Cavour valgono bene una «Notte bianca» anche per i vittoriesi.

Dalle 21 alle 2 di sabato notte il centro storico ha fatto contenuta baldoria. E’ stata una passerella di artisti locali per tutti i gusti. Pittori, scultori e musicisti: un «Ventaglio di talenti», come il titolo dell’opuscolo curato dall’amministrazione comunale, dall’architetto Maria Amorelli, Dora Guarino e Anna Maria Zagara, rispettivamente presidente e vice presidente della Consulta comunale femminile. Bar e negozi aperti, vetrine illuminate e migliaia di persone per le strade.

Da via Roma a piazza Enriquez, dove nell’ex Centrale elettrica è stata allestita la mostra del ricamo, per riportare la memoria dei giovani agli inizi del secolo, quando Vittoria non era cemento armato in libertà ma vero Liberty di qualità e le donne avevano in Elena Formica il punto di riferimento artistico nell’arte del ricamo. Una mostra allestita nella sala Giuseppe Mazzone, grazie all’impegno dell’associazione «Laboratorio di sfilati e ricami d’arte», costituita a Vittoria il 29 febbraio di quest’anno, ci ha riportato indietro negli anni.

Non solo musica per i giovani con il concerto dei bravissimi «Baciamo le mani», di Ragusa, in piazza San Giovanni, dunque, ma anche arte e cultura marcatamente locale in vetrina per la notte bianca. Chi è andato nel centro storico ha potuto ammirare le decorazioni della ceramica di Chiara Burrafato, dei Coralli di Liliana Stimolo; delle porcellane di Maria Amorelli, Lucia e Maria Dierna; dei vetri di Carmelinda Alacqua e Mirella Nicolosi; delle incisioni di Moanda Demartino; della pittura di Rosalba Amorelli, Denise Giacchi, Milena Nicosia, Daniela Schifano, Maria Angela Serchiello e Franca Vasile; del ricamo di Tiziana Calisto, Giovanna Cavallo, Mirella Ciancio, Franca Cosentini, Giovanna e Pina Mariotta, Maria Candiano, Angela Casaccio, Giovanna Tolaro, Angela Gurrieri e Maria Frasca.

Esempio di ricamo artigianale Denise Giacchi Lucia Agata Dierna e Anna Maria Zagara
Da sx Giovanna Mariotta, Giovanna Cavallo, Pina Mariotta, Franca Cosentino e Dora Guarino