Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 781
VITTORIA - 06/12/2008
Attualità - Vittoria - L’opera è costata poco meno di 13 milioni di euro

Vittoria: consegnata nuova ala ospedale

Il padiglione potrebbe essere dotato di risonanza magnetica
Foto CorrierediRagusa.it

E’ stato consegnato il nuovo padiglione dell’ospedale "Guzzardi" di Vittoria (nella foto). La nuova struttura è già pronta e, ieri mattina, i vertici dell’Azienda Usl 7 d Ragusa lo hanno preso in consegna, alla presenza del sindaco, Giuseppe Nicosia, dei deputati regionali Incardona, Ragusa, Ammatuna. Nella nuova ala, già a giugno, saranno trasferiti Medicina, Lungodegenza e l’ambulatorio di Riabilitazione.

L’intera opera è costata quasi 13 milioni di euro. La notizia è arrivata durante l’incontro che ha segnato l’importante momento «Realizzeremo il tunnel di collegamento – spiega il direttore amministrativo Armando Caruso – che costerà 250 mila euro, il nuovo reparto di Radiologia (un milione 200 mila), il rifacimento esterno (600 mila) e la sala chirurgica di Ostetricia». La realizzazione del tunnel di collegamento (attualmente c’è solo una passerella) comporterà alcuni problemi. Esso andrà a congiungersi alla vecchia ala nella zona dove, attualmente, si trova il reparto di Radiologia. Da qui, la decisione di spostare il reparto e di prevedere delle risorse per realizzarlo in maniera più funzionale. E tra le ipotesi sul tappeto, lasciate trapelare dal direttore generale Fulvio Manno, anche quella che si possa dotare di una risonanza magnetica.

Nella sala conferenze del piano seminterrato, che veniva utilizzata per la prima volta, si sono succeduti gli interventi di Manno, Bonomo, Caruso, del direttore sanitario del Guzzardi, Giuseppe Cappello. Poi è toccato ai politici, a partire dal sindaco, Giuseppe Nicosia, dai deputati Orazio Ragusa e Roberto Ammatuna, e l’assessore regionale Carmelo Incardona. Incardona ha ricordato chi ha iniziato l’iter per la nuova ala dell’ospedale, l’ex direttore generale Antonino Cusumano e ringraziato per il lavoro svolto da Armando Caruso.

Caruso ha ricordato il finanziamento ottenuto appena quattro anni fa, con la richiesta sostenuta da Incardona presso l’allora assessore regionale Ettore Cittadini. E Manno, concludendo la giornata, ha fatto cenno anche ad un progetto che comune e Asl 7 stanno preparando per migliorare la viabilità e l’accesso all’ospedale, attualmente precluso pesantemente dalla presenza della linea ferrata, che in alcuni casi blocca le ambulanze, sia in entrata che in uscita, anche per 15 lunghissimi, minuti, che possono diventare fondamentali per salvare una vita umana. Ma di questo si potrà parlare in un’altra occasione.