Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 712
VITTORIA - 14/10/2008
Attualità - Vittoria - Buone notizie per il «Guzzardi»

Pronti i lotti per l’attivazione di 2 posti letto in Rianimazione

Il costo previsto di 600 mila euro. L’Ausl: «Sarà riqualificato il presidio ospedaliero e ampliata l’offerta sanitaria e la sicurezza Foto Corrierediragusa.it

600 mila euro per attivare due posti letto per il servizio di Rianimazione. Ogni tanto parliamo di soldi spesi bene. All´ospedale «Guzzardi» (nella foto) di Vittoria, dove sono stati aggiudicati 19 lotti, alle migliori offerte, per gli acquisti per cottimo fiduciario di due posti letto per la Rianimazione.

«I 19 lotti aggiudicati – comunica la Direzione Ausl retta dal manager Fulvio Manno- prevedono la fornitura di un armadio frigorifero biologico, una trave tecnica speciale, una centrale di riscaldamento, vari carrelli speciali, aste portaflebo, un sistema per il trasferimento dei pazienti, un negativoscopio a parete, un doppler portatile con sonda 8 MHz, ferri chirurgici vari e cestelli per la loro sterilizzazione, un gruppo doccia per la bonifica dei pazienti in ingresso, cinque kit per laringoscopio E-Mcintosh, un videoproiettore per la visione immediata dei protocolli di rianimazione su grande schermo».

Quante vite umane si sarebbero potute salvare con un ricovero immediato in Rianimazione anziché essere trasportare i politraumatizzati verso centri esterni molto lontani. A questo mira il nuovo servizio appena sarà reso operativo dall’arrivo della strumentazione sanitaria sopra elencata. «L’acquisizione e la messa in opera di queste attrezzature- conclude L’Ausl 7- consentirà la piena funzionalità dell’Unità Operativa di Rianimazione, che riqualificherà l’intero Presidio e amplierà l’offerta sanitaria e la sicurezza per gli utenti dell’intero territorio».