Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 841
VITTORIA - 08/06/2015
Attualità - Imprenditori vittoriesi alla ribalta in campo internazionale

Iemolo: il coraggio di fare impresa olivicola paga sempre

Alla Biofach di Norimberga al concorso internazionale Avpa di Parigi prestigiosi riconoscimenti dopo quelli ottenuti l’anno scorso e nel 2013 con il SiRè selezione iblea e tonda iblea
Foto CorrierediRagusa.it

Il coraggio di fare impresa paga. Thierry Iemolo (foto), imprenditore ibleo nel settore dell’olivicoltura, si conferma dopo i successi ottenuti due anni fa in campo internazionale. Anche quest’anno è riuscito ad affermarsi in concorsi di prestigio quali la Biofach di Norimberga (piazzando due dei quattro oli di oliva extravergine biologici, SiRè «Selezione Iblea» e SiRè «monocultivar di Tonda Iblea, tra i migliori 15 oli a livello internazionale e precisamente al 2° e 12° in classifica) ed il concorso internazionale Avpa a Parigi. Anche 2014 era riuscito ad ottenere alla Biofach il 2° posto piazzando ben 3 oli tra i primi 20. Le affermazioni in Italia non sono da meno. Iemolo ha ottenuto una serie di successi in concorsi prestigiosi come il 3° posto al Morgantinon, menzioni di qualità e gran menzione a: «Olio d’Italia», Armonia, ecc.

Dopo gli studi per dirigente d’impresa, Thierry Iemolo si è completato dedicato all’azienda di famiglia, «Tenuta Iemolo», coltivata esclusivamente in biologico con tecnologia innovativa e sub-fertirrigazione. Sono già iniziati i lavori per i nuovi locali aziendali per completare la filiera, con stoccaggio in atmosfera di azoto al fine di evitare la pur minima ossidazione, temperatura di conservazione controllata, imbottigliamento ed etichettatura automatizzate.

«Grazie ai consigli di mio padre Francesco (primario di Neurologia all’ospedale di Vittoria, ndr) –dice Thierry - che ama ripetere che «da grande», pur continuando a vita a fare il neurologo, sarà soprattutto un «agricoltore», vogliamo essere dei «contadini imprenditori» di nicchia, che vogliono ritornare alla terra per riscoprire dei valori diversi ed imperdibili».

Il segreto del successo consiste nella conoscenza della realtà globale. «Girare per il mondo da solo, come ho fatto in questi ultimi anni- afferma Iemolo- per essere presente in fiere internazionali, cercare di pensare allo stand, alla sua presentazione e realizzazione, incontrare gente diversa che mi arricchisce, trattare con uomini di affari più navigati di me, mi ha fatto crescere e scoprire che il mondo è affascinante, ma mi ha anche permesso di scoprire la nostra terra, ricca di sapori e di odori, ricca di gente semplice ma molto intelligente, ricca di amici incredibili e generosi capaci di dare per il gusto di dare, di condividere il loro pensiero e le loro scoperte per il solo gusto della condivisione amicale. Per dirla ancora con mio padre «siamo seduti sull´oro» e non sempre siamo in grado di vederlo o di utilizzarlo».