Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1180
VITTORIA - 28/04/2015
Attualità - Il sindaco Giuseppe Nicosia ritiene sia l’uomo giusto

Puccia presidente commissionari ortofrutticoli

Di idee, Puccia, ne ha parecchie e qualcuna anche inedita Foto Corrierediragusa.it

Molti consensi per Gino Puccia (foto) presidente dei concessionari ortofrutticoli. Il sindaco Giuseppe Nicosia ritiene sia l’uomo giusto per la categoria perché «ispira fiducia» e perché «capace di dialogare con l’amministrazione anche in vista dell’approvazione del regolamento del mercato e delle forti innovazioni che si stanno determinando grazie al lavoro della Vittoria Mercati». Telegrafico ma essenziale anche Emanuele Garrasi, presidente della Vittoria Mercati srl. «Buon lavoro al nuovo direttivo dell’Associazione e al suo presidente Gino Puccia. Sono certo che il nuovo organismo vorrà proseguire la fattiva collaborazione già avviata tra Vittoria Mercati ed il precedente direttivo presieduto da Filippo Giombarresi, che ringrazio». Puccia gradisce i complimenti e spera di ripagare nel migliore dei modi coloro che credono nel suo mandato. A cominciare dai 3 concessionari che si sono subito associati ingrossando la categoria da 44 a 47 associati. Per arrivare al massimo, 68, ne mancano ancora 21. «Lavorerò per fare iscrivere quelli che non sono ancora associati in modo da raggiungere quota 68, perché bisogna ricucire gli strappi e puntare alla compattezza dell’associazione».

Di idee, Puccia, ne ha parecchie e qualcuna anche inedita. «La sede della Cooperativa Rinascita si sta perdendo- riflette Puccia- come la piscina Terranova. Se il comune l’acquisisce potrebbe diventare un centro di confezionamento al servizio dei commercianti. Grazie a un bando pubblico potrebbe andare in gestione per il centro di confezionamento e costituire il volano per il marchio di qualità del nuovo consorzio». Una proposta che Puccia lancia ora ma che potrebbe interessare la nuova amministrazione 2016/2021.

Filippo Giombarresi nell’auspicare l’elezione di Puccia lanciò due priorità: contrastare gli acquirenti insolventi e individuare un direttore in grado di legare problemi interni con istituzioni esterne. «Sono d’accordo- afferma Puccia- il fenomeno delle insolvenze è la piaga che porta al collasso il settore. Dobbiamo combatterlo con tutti i mezzi. Più che un direttore, direi un responsabile interno capace di interloquire con l’esterno».

E che dice Puccia di quei soldi, un milione e 150 mila euro che i concessionari anticiparono per ricostruire i box bruciati nel 2007? «Quando la Regione deciderà di coprire quelle spese- sostiene Puccia- decideremo se riaverli indietro oppure spenderli per ulteriori migliorie in favore del mercato. Ecco perché penso anche al recupero dei locali della Rinascita».
Nuovo regolamento e controlli, non si può non fare cenno. «Ben vengano i controlli, li abbiamo auspicati noi. Siamo per la legalità e per la trasparenza e credo che l’abbiamo dimostrato in tanti anni».