Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 975
VITTORIA - 31/03/2015
Attualità - Organizzato da Asp 7 e dal Reparto Chirurgia di Vittoria

Le nuove tecniche chirurgiche discusse in congresso

Il primario di Chirurgia Maurizio Carnazza: «Per fare meglio serve lavoro d’equipe un’alleanza continua»
Foto CorrierediRagusa.it

I chirurghi della Sicilia si sono riuniti in un congresso per parlare delle varie tecniche chirurgiche. Si tratta del congresso regionale Associazioni chirurghi ospedalieri italiani sul tema: «La chirurgia dei difetti della parete addominale.» Presidente del congresso il dott. Maurizio Carnazza (foto), direttore dell’U.O. di Chirurgia generale del P.O. di Vittoria. Ha preso parte il direttore generale dell’Azienda sanitaria, dr. Maurizio Aricò, il direttore sanitario aziendale, dr. Pino Drago, l’assessore del comune di Vittoria, dr. Vincenzo Cilia e il coordinatore ACOI per Sicilia Lorenzo Mannino.

«Occorre – un passaggio importante di Aricò, che ha dato inizio ai lavori della giornata - mandare messaggi chiari ai nostri Pazienti, alle Istituzioni e ai giovani che si apprestano ad intraprendere questo percorso professionale. Vedo ancora poche le donne che scelgono questa specializzazione, ma sono certo che col tempo questo cambierà, così come è avvenuto in altre branche specialistiche.»

Si è parlato della chirurgia delle ernie, dei vari tipi di materiali protesici utilizzati per la riparazione e delle varie tecniche. Ci si è soffermati sulla la chirurgia laparoscopica, praticata ormai da più di 20 anni, infatti è stata oggetto di importanti relazioni come pure il trattamento delle ernie rare. Altro argomento è quello dei laparoceli o ernie incisionali secondarie a cicatrici chirurgiche pregresse. Interessante il trattamento laparoscopico nei pazienti obesi, dei laparoceli complessi e delle complicanze di tali patologie.

Grande riscontro ha avuto la relazione del prof. Annibale D’Annibale - Direttore Centro Nazionale di Chirurgia Laparoscopica e Robotica - Azienda Ospedaliera San Giovanni-Addolorata-Britannico- Roma, che ha parlato di chirurgia robotica ovvero dell’utilizzo del robot come supporto chirurgico nella terapia dei difetti di parete.

Nella sessione del video forum sono stati messi a confronto casi clinici con video registrati intra operatori per puntualizzare le varie tecniche chirurgiche. La tecnologia quindi sempre più all’avanguardia, ed in ciò l’U.O. di Chirurgia di Vittoria è senz’altro al passo con i tempi.

Infine, il dott. Pino Drago ha relazionato sulle prestazioni di ricovero (day surgery, day service) mentre il dott. Mario La Tona, primario anestesista dell’ospedale «R. Guzzardi», ha parlato del dolore cronico post operatorio.

Il dott. Carnazza, presidente del convegno ha dichiarato che: «l’attività chirurgica nella provincia iblea è dinamica e importante; per lavorare al meglio occorre un lavoro d’equipe ed è quindi fondamentale un’alleanza continua e costante fra tutti i soggetti che hanno in cura i pazienti. La dotazione tecnologica, poi dovrà essere sempre al passo con i tempi per dare risposte sempre migliori all’utenza».