Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 957
VITTORIA - 17/03/2015
Attualità - Organizzato da alcune associazioni, animaliste, ambientaliste e numerosi volontari

A Vittoria il corteo in difesa degli "amici a 4 zampe"

E’ stata fortemente voluta anzitutto come atto di protesta contro le ultime vergognose vicende, inerenti l’avvelenamento di cani e gatti nei pressi del centro storico Foto Corrierediragusa.it

Ha registrato una notevole partecipazione il «Corteo in difesa degli amici a quattro zampe". La manifestazione, organizzata da alcune Associazioni Animaliste, Ambientaliste e da numerosi volontari ha rappresentato un forte segnale dell’indignazione di tutta la cittadinanza nei confronti non solo dell’inciviltà dilagante ma anche delle lungaggini burocratiche che caratterizzano spesso il modo in cui vengono affrontate alcune annose problematiche come il randagismo. La manifestazione è stata fortemente voluta anzitutto come atto di protesta contro le ultime vergognose vicende, inerenti l’avvelenamento di cani e gatti nei pressi del centro storico, che sono senza dubbio da considerasi come episodi intollerabili per qualsiasi società civile. "Gli animali sono esseri viventi dotati di un’anima, intelligenza e sensibilità - ha dichiarato Andrea Dell’Agli dell’Associazione Ambientalista Fare Verde – e fino a quando non verrà compreso questo principio fondamentale non sarà possibile un vero cambiamento».

Un cambiamento che, se è vero che debba partire anzitutto dal singolo, necessita di un sostegno più concreto e soprattutto rapido da parte delle Istituzioni competenti. Il problema del randagismo, infatti, causato principalmente dall’assenza,fino ad oggi, di politiche adeguate e dalla mancanza di strutture quali i canili e i rifugi sanitari, non è stato ancora risolto in maniera definitiva e concreta. Tuttavia, un piccolo passo avanti è stato fatto grazie alla collaborazione tra alcune Associazioni Animaliste e Ambientaliste e l’amministrazione di palazzo Iacono

L’assessore Francesco Cannizzo lo scorso febbraio ha incontrato le associazioni proprio per discutere del problema del randagismo e della necessità di tracciare alcune linee di intervento. Le Associazioni, nello specifico, hanno sollecitato l’Amministrazione affinché il Regolamento promosso dall’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, venisse finalmente recepito anche dal Comune di Vittoria.

Attraverso il regolamento, rielaborato dalle associazioni al fine di adattarlo alle peculiarità del territorio, si affidano proprio ai Comuni, responsabili per gli animali presenti sul loro territorio, fondamentali compiti di tutela e difesa, di responsabilità, di sviluppo di un corretto rapporto tra animali e cittadini e di contrasto del fenomeno del randagismo.