Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 913
VITTORIA - 20/01/2015
Attualità - Nonostante le tante interrogazioni consiliari di Nicosia e Moscato

Randagi malati vaganti a Vittoria

Il rifugio sanitario a Vittoria, struttura finalizzata ad accogliere cani malati ed incidentati sul territorio per il tempo necessario alle cura sarebbe dovuto essere pronto a fine 2011 Foto Corrierediragusa.it

Fra le opere incompiute nella città di Vittoria, c’è anche la struttura del rifugio sanitario che dovrebbe prevenire la piaga del randagismo. «Ferme – dice Andrea Nicosia (foto) di Fratelli d’Italia-An- anche le sterilizzazioni e le microchippatture nonostante le numerose richieste delle associazioni che si occupano dei randagi». Il problema del randagismo è serio, diventa anche pericoloso se si aggiunge che molti cani randagi potrebbero essere affetti da varie malattie. «Il rifugio sanitario a Vittoria-continua Nicosia- struttura finalizzata ad accogliere cani malati ed incidentati sul territorio per il tempo necessario alle cura sarebbe dovuto essere pronto a fine 2011, ma a quanto pare non risulta ancora essere del tutto attivo. Nonostante gli uffici abbiano provveduto a prender possesso della struttura, non si capisce perché non siano stati avviati i lavori per l’ambulatorio veterinario che lì sarebbe dovuto sorgere già tempo fa».

Per spingere verso la soluzione del problema, Andrea Nicosia e Giovanni Moscato hanno presentato un’interrogazione al sindaco. «L’ennesima interrogazione consiliare –dicono i due- per capire e sollecitare l’amministrazione comunale a dare risposte serie rispetto alla ultimazione del rifugio sanitario. La struttura, prevista dalla legge 15/2000 prevede la costruzione finalizzata all’accoglienza di cani incidentati o malati al fine di poterne garantire il ristoro per poi riammetterli nel territorio. Inoltre, con l’interrogazione poniamo alla amministrazioni alcune questioni e alcuni problemi che sono stati pubblicamente rappresentati dalle associazioni che si occupano di tutela degli animali a Vittoria. Pare che tutto sia fermo e che la situazione relativa al fenomeno del randagismo sia solo peggiorata. Ferme le sterilizzazioni e le microchippature nonostante le numerose richieste provenienti dalle associazioni».