Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1356
VITTORIA - 10/01/2015
Attualità - Affiorano i primi malcontenti

I "malpancisti" del Pd a Vittoria sulla nuova giunta

La Cna sposta invece gli interrogativi sui problemi irrisolti alla nuova compagine amministrativa
Foto CorrierediRagusa.it

Si chiamano «malpancisti». Sono coloro che non accettano di buon grado l´esito delle trattative politiche o la distribuzione degli incarichi. Ce ne sono anche nel Pd di Vittoria, emergono dopo la formazione della nuova giunta. Fra questi, Pippo Scuderi, consigliere comunale, piddino convinto, fervente sostenitore di Giuseppe Nicosia, pentito di aver votato e fatto votare Rosario Crocetta, deluso dal segretario del Pd locale Francesco Cannizzo, che definisce segretario «senza passione e senza amore». Tanti motivi per dimettersi dalla segreteria cittadina della quale era componente. Non crediate che la formazione della nuova giunta sia avvenuta all’insegna del «volemose bene». Anzi, tutt’altro! Sono in parecchi in consiglieri del Pd che aspiravano a entrare nella stanza dei bottoni e che invece sono rimasti fuori. Pippo Scuderi attacca Cannizzo, ma altri, ad esempio, pur non dicendo ciò che pensano si definiscono abbastanza delusi dall’epilogo della crisi.

In molti non hanno accolto positivamente la presenza dei troppi tecnici nella squadra di Nicosia, che in 16 mesi dovrebbero risolvere gran parte dei programmi che attendono di essere risolti da 8 anni, anzi, da 30 anni. Perché in un contesto del genere, gli unici accreditati a muovere critiche sulle sventure di Vittoria sono coloro che non hanno mai governato. Tutti gli altri, chi più chi meno, hanno le loro percentuali di responsabilità sulle spalle, a seconda del tempo che sono stati al potere.

Sui tecnici, Scuderi dice: «Io sono convinto del primato della politica sulla mera amministrazione della cosa pubblica e sull’ipertecnicismo delle professioni. Il partito deve dettare l’agenda politica. Non può, costantemente, subirla. E affermando ciò non voglio di certo criticare il sindaco Giuseppe Nicosia. Al quale voglio rivolgere il mio più sincero plauso per aver guidato con passione e dedizione il governo della città. Ma, ripeto, un partito deve delineare un orizzonte politico. Non può semplicemente organizzare le campagne elettorali, il tesseramento o le primarie. Perché questo vuol dire ridursi a comitato elettorale».

Sul segretario Cannizzo ribadisce: «Con amarezza, devo ammettere, che il PD di Vittoria, non è guidato con passione e, direi anche, con amore. Forse, perché la storia politica di ciascuno di noi è un bagaglio di saperi, memorie, lacrime, vittorie e sconfitte che non si può comprare al supermercato. O questo retaggio lo si ha oppure non si avrà mai. Per tutte queste ragioni, non condivido la linea del segretario cittadino. Non condivido la sua inattività politica. Non condivido affatto il metodo che ha seguito nella verifica amministrativa».

La Cna, a nome di Giorgio Stracquadanio, orfano di Giuseppe Santocono, diventato presidente provinciale del sindacato degli artigiani, dirotta gli interrogativi di sempre alla nuova amministrazione: «Gli auguri di buon lavoro sono obbligatori, così come è necessario ribadire soprattutto ai nuovi amministratori quali aspettative hanno le tante imprese del nostro territorio. L´autoporto, struttura per cui da soli ci siamo battuti, sarà ancora un cantiere immobile? Il terzo polo industriale – altra struttura che ci vede soli nel rivendicarne la realizzazione – prenderà forma o rimarrà un miraggio? Il Paes (Piano d´azione energia sostenibile), su cui da tempo chiediamo a che punto è l´iter, diventerà una realtà? La variante di massima del Prg continuerà ad essere un grande dubbio? (la nostra posizione sul Prg è chiara da tempo: poco consumo di suolo e riqualificazione della città). L´Emaia come sarà risanata? L´area artigianale continuerà ad essere terra di nessuno? Le imposte comunali anche nel 2015 cresceranno? La città continuerà a rimanere isolata dalla chiusura dei passaggi a livello? Si continuerà a tollerare ogni forma di abusivismo o si comincerà a fare una lotta seria contro ogni tipo di illegalità economica?
La Cna solleciterà l´amministrazione guardando e difendendo gli interessi legittimi delle imprese che rappresenta. Contiamo nell´appoggio di chi ha scelto di amministrare la città".

Nella foto in alto da sx Scuderi e Cannizzo


carretto e cavallo
11/01/2015 | 19.20.48
eldiablo

C´è uno solo degli assessori nominati dal sindaco che potrà fare qualcosa di utile e tirare il carretto. Forse è per questo che si chiama Cavallo...