Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1178
VITTORIA - 16/12/2014
Attualità - Il progetto interessa la maggior parte delle scuole della città

La tutela della salute psico fisica per i giovani

Saranno, tra l’altro, trattate le tematiche relative alla prevenzione-trattamento di ogni forma patologica legata alle dipendenze tecnologiche odierne Foto Corrierediragusa.it

Aumentare la consapevolezza delle famiglie e degli adulti in genere sull’importanza della salute psico-fisica, favorendo in essi la crescita di una vera e propria cultura della prevenzione e del primo soccorso. Questo lo scopo principale del progetto «Scuola Prevenzione Famiglia» che prende il via nella maggior parte delle scuole della città.

"L’idea – informa il Dirigente scolastico del 2° Circolo Didattico Lucia Palummeri (nella foto) – illustrata per la prima volta presso il Convento dei frati Minori di Vittoria, tratterà in particolar modo le tematiche relative alla prevenzione-trattamento di ogni forma patologica legata alle dipendenze tecnologiche odierne, e verrà sviluppata con il supporto del medico Gaetano Giarratana, quest’ultimo promoter stesso del progetto già condiviso in rete con tantissime altre istituzioni scolastiche del territorio".

L’interessante iniziativa – presentata lo scorso 24 novembre anche a Palazzo di Città – oltre ad aumentare la consapevolezza in tema di prevenzione tra le famiglie, cercherà di proporre ed affrontare varie tematiche parallele sulla base di incontri, convegni e dibattiti organizzati dalle istituzioni scolastiche aderenti al progetto insieme all’immancabile presenza di esperti del settore sanitario. "Tali incontri – aggiunge Lucia Palummeri - saranno rivolti successivamente all’intero territorio scolastico cittadino interessato al progetto".

Precisazioni in merito arrivano anche dal medico-promoter Gaetano Giarratana: "Nei giorni scorsi abbiamo già iniziato una rete di appuntamenti e partecipazioni insieme al responsabile del Sert di Vittoria Giuseppe Mustile. Sotto la lente d’ingrandimento il tema della dipendenza connessa ai nuovi strumenti tecnologici; tematica attualissima e già discussa in un primo incontro con gli alunni di quinta elementare del Secondo Circolo Didattico Caruano di Vittoria. L’attenzione verso i genitori, invece, avrà luogo a partire da oggi e con interessanti finalità di approfondimento. Obiettivo? Sensibilizzare i più piccoli verso la mentalità e la cultura dell’aiuto e del sostegno nei confronti del prossimo. Scopo al quale non vogliamo assolutamente sottrarci".