Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 721
VITTORIA - 19/08/2014
Attualità - In piazza Sorelle Arduino il 2° concorso organizzato da Pentaprismafotografia

Con il Bodypainting l’arte splende sulle modelle

L’edizione è stata vinta da Kristo Neziraj, primo, Papi Pitruzzello, secondo, Giovanni Scavo, terzo. Pubblico dalle grandi occasioni, unica pecca, il malfunzionamento dell’illuminazione pubblica
Foto CorrierediRagusa.it

L’arte pittorica nel corpo artistico della donna e dell’uomo. Corpi dipinti e immortalati dalla fotografia, in piazza Sorelle Arduino nel contesto del 2° concorso Bodypainting sulla scia del successo della scorsa edizione al circolo velico Anemos.

Il ´´BODYPAINTING PENTAPRISMAFOTOGRAFIA 2014", inserito nella programmazione Open Village 14 è stato dedicato all´acqua e all´aria, ai colori della vita che vediamo nel mare e nell´aria, esseri viventi acquatici, uccelli e insetti volanti ai quali si sono ispirati 15 artisti per dipingere i corpi di 15 modelli e modelle.

L´evento di arte e fotografia è stato organizzato da Pentaprismafotografia con il patrocinio del comune di Vittoria ed il contributo di privati che ne hanno permesso la realizzazione.

Dopo 5 ore di lavoro la giuria, composta da Giovanni Robustelli - artista; Giuseppe Nicosia - Sindaco di Vittoria; Sfumature d´Arte - con Simone Stella Bodypainter professionista e campione nazionale; Francesco Cafiso - musicista; Franca Antoci – giornalista de «La Sicilia»; Giuseppe Leone - fotografo; Tony Barbagallo – fotografo –; Franco Fontanella – critico d’arte – ha giudicato le esibizioni su base musicale delle 15 coppie di modelli e ha proclamato i tre artisti e i corrispondenti modelli e modelle vincitori dei primo, secondo e terzo premio.

Gli organizzatori di «Pentaprismafotografia» si dicono entusiasti per la qualità delle creazioni rappresentate, per il successo tributato dal numeroso pubblico intervenuto per incorniciare una manifestazione certamente nuova per Scoglitti; giovane e coloratissimo, rimasto un po’ al buio per colpa di una cattiva organizzazione del servizio di illuminazione pubblica che ha penalizzato le performance delle esibizioni finali nonostante un pubblico che si vede solo nei grandi eventi.