Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1150
VITTORIA - 05/06/2008
Attualità - Vittoria ? S’allungano i tempi sulla vicenda della Panther

Il Tar rinvia di qualche giorno la decisione sulle trivellazioni

Il Tar Catania potrebbe chiedere una consulenza terza prima di confermare la sospensione o autorizzare le trivellazioni Foto Corrierediragusa.it

Il Tar di Catania, prima sezione, presidente Vincenzo Zingales, ha rinviato di qualche giorno la decisione sulla vicenda giudiziaria Panther Eureka ?Comune di Vittoria, relativa alle trivellazioni di contrada Serra Grande, vicino alla sorgente di Sciannacaporale.

Dopo diverse ore di udienza molto combattuta, che ha visto contrapposti con toni molto accesi i legali del Comune, Angela Bruno e Carmelo Giurdanella, e quelli della Panther, professori universitari Salvatore Raimondi e Nicola Piazza, il Tar ha deciso di differire la sentenza riservandosi di chiedere un’ulteriore perizia terza e non di parte, come quella di cui già dispone.

Che cosa può accadere fra lunedì o martedì? Che il Tar mantenga i lavori fermi in attesa dell’udienza di merito, che i tempi della giustizia prevedono da uno a 5 anni; oppure che decida di fare avviare le trivellazioni della Panther, in attesa della stessa sentenza di merito, con gli stessi tempi d’attesa.

«Sono fiducioso- ha commentato Giuseppe Nicosia, dopo avere parlato al telefono con i suoi legali- il Tar dovrà decidere se fermare i lavori e procurare un danno economico alla Panther in attesa della sentenza definitiva, oppure far partire le trivellazioni e procurare un danno irreparabile al Comune di Vittoria, all’ambiente e alle falde acquifere in maniera irreparabile».

L’ottimismo di Nicosia deriva dalla soddisfazione manifestata dall’avvocato Angela Bruno. «La nostra impressione è che le cose siano andate bene. Aspettiamo qualche giorno e sapremo come andrà a finire».