Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 646
VITTORIA - 14/07/2014
Attualità - Per il sindaco Nicosia si tratta di un esempio di civiltà e modernità

Borse lavoro Vittoria a coppie di fatto

Lo prevede la delibera 333 del 2 luglio scorso Foto Corrierediragusa.it

Novità importanti sulle borse lavoro, per la prima volta anche le coppie di fatto che possiedono i requisiti previsti dai bandi pubblicati nei giorni scorsi all’Albo pretorio del Comune, possono partecipare all’assegnazione delle borse lavoro. Lo prevede la delibera numero 333 approvata dalla giunta comunale lo scorso 2 luglio. «L’avvio dell’iter delle borse lavoro – dichiara il sindaco Giuseppe Nicosia – è importante non solo perché dà risposte ai temi sociali maggiormente avvertiti quali il sostegno alle famiglie senza reddito e ai soggetti in difficoltà, ma anche perché quest’anno abbiamo introdotto una novità che supera l’inspiegabile impasse che si è registrata in Consiglio comunale in tema di regolamento e istituzione delle unioni civili. Ritengo che la delibera 333 sia un primo esempio di civiltà, modernità, superamento delle ipocrite e retrograde posizioni di chi non vuole offrire pari trattamento a quelle situazioni di difficoltà personale e di convivenza che esistono nella società e rispetto alle quali non possiamo fare come gli struzzi.

«Questo atto dimostra che nei comuni, molti dei quali hanno già approvato il regolamento (mentre noi siamo costretti a partorire atti singoli) si è più vicini alle esigenze del progresso sociale rispetto a quanto lo sia il Parlamento italiano, e si cercano espedienti che si spera possano tornare utili alla collettività, in assenza di leggi quadro e di assunzioni di responsabilità da parte degli organi competenti. Grazie alla nostra delibera, anche chi convive con un disabile, con una persona a basso reddito o in situazioni di comprovata difficoltà potrà fruire del punteggio previsto, al pari di chi è coniugato».

Nella foto il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia