Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1258
VITTORIA - 29/06/2014
Attualità - Via alla Campionaria estiva che apre le porte all’estate

Parte Emaia, Denaro polemico con Camera di Commercio

Il presidente ha manifestato disappunto per l’indifferenza di Regione e Camera Commercio: «Il commissariamento dell’ente camerale ci sta danneggiando. Impossibilità di dialogo»
Foto CorrierediRagusa.it

Una settimana in fiera, quella d’inizio luglio, ovvero la trentaduesima edizione della Campionaria estiva della Fiera Emaia. E’ stata Maria Concetta Fiore (nella foto al centro), assessore ai Rapporti con le Aziende Speciali di Vittoria, alle 10.35 a tagliare il nastro inaugurale della 32ª MedExpo. Presenti alla fiera: Giovanni Denaro, presidente della Fiera Emaia e Salvatore Di Falco, presidente del Consiglio comunale di Vittoria.

Giovanni Denaro ha sottolineato il fatto che «la MedExpo coincida con la festa del Santo Patrono di Vittoria San Giovanni Battista e dia inizio, storicamente, all’estate dei vittoriesi. La Campionaria estiva si svolge, ancora una volta, in un periodo di crisi. Per queste ragioni, desidero ringraziare sinceramente gli imprenditori che hanno puntato sulla Fiera Emaia, decidendo di esporre i loro prodotti migliori. Dunque, la Fiera Emaia non solo resiste, ma rilancia. Numerosi enti fieristici sono passati dall’annualità alla biennalità. Altri, i più noti, sono addirittura scomparsi. In Sicilia non esiste altro polo fieristico in piena attività. Se escludiamo, naturalmente, le iniziative estemporanee, peraltro di corto respiro. Che pure, questo va detto, danneggiano chi, come la Fiera Emaia, accoglie le imprese e scommette sul loro futuro».

Per Denaro, «sembra ormai una giaculatoria. Ma è doveroso ricordarlo. L’Emaia non vive di finanziamenti regionali. Ma, al di là della vendita degli spazi espositivi, riceve un contributo dal Comune di Vittoria, socio unico del Polo Fieristico. E questo aspetto va sottolineato fortemente. Per un verso, mi amareggia. D’altro canto, mi spinge a condurre una battaglia decisa e senza sconti. A questo proposito, voglio sottolineare un altro tema che ritengo decisivo. Il commissariamento permanente della Camera di commercio di Ragusa sta danneggiando innanzitutto le imprese. Ma anche la Fiera Emaia. L’ente fieristico, infatti, denuncia l’impossibilità di dialogo con uno dei suoi interlocutori storici. Questa situazione è inaccettabile».

Il presidente ha voluto ricordare «che la Fiera Emaia non rappresenta soltanto una risorsa del territorio ibleo e della città di Vittoria. Ma dell’intera Sicilia. Per il 2015 sono previsti dei cambiamenti nel palinsesto fieristico».

Per Salvatore Di Falco, «l’eco del successo della recente 2ª MotorExpo Sicilia non si è ancora esaurito. Sono convinto che si estenderà alla Campionaria estiva 2014. La MedExpo e la Novembrina, storicamente, sono i più importanti eventi fieristici targati Emaia. Si tratta delle fiere alle quali i vittoriesi sono più legati. Lo testimonia, naturalmente, la massaccia presenza di visitatori».

Di Falco si è associato «alla posizione del presidente Denaro, a proposito del commissariamento permanente della Camera di commercio di Ragusa. Dico di più. La prossima settimana scriverò all’ente camerale per manifestare il disappunto ufficiale del Consiglio comunale di Vittoria». Maria Concetta Fiore ha condiviso «le critiche alla Camera di commercio. Quanto alla MedExpo, ritengo la Campionaria estiva un’ottima vetrina commerciale e uno straordinario momento di aggregazione».