Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 818
VITTORIA - 29/05/2008
Attualità - Vittoria - Il seminario di formazione promosso da Sogevi e Prosvi

Investimenti per un milione
di euro alle imprese agricole

Per i giovani imprenditori fino a 40 anni d’età Foto Corrierediragusa.it

Investimenti e capitalizzazioni per oltre un milione di euro destinati ai giovani imprenditori per innalzare i livelli di competitività della propria impresa agricola.

Mercoledì sera a Palazzo di Città si è tenuto il seminario di formazione, promosso dalla Sogevi di Vittoria e dalla Prosvi di Ragusa nell’ambito del progetto Prisma, in cui è stato illustrato il «subentro in agricoltura», uno strumento normato dal decreto legislativo 185-2000 e gestito da Ismea, istituto finanziario pubblico tra i più importanti del comparto agricolo, da oltre trenta anni specializzato nell’erogazione di supporti per l’acquisto e l’assegnazione dei terreni agricoli.

In rappresentanza di Ismea era presente la dottoressa Maria Beatrice Mencacci, oltre ad agronomi e commercialisti.«Lo strumento- ha spiegatola Mencacci - si rivolge ai giovani imprenditori che non hanno ancora compiuto i quaranta anni ed organizzati anche nella forma societaria. La finalità è quella di agevolare la formula del subentro di un familiare, sino al terzo grado, nella conduzione dell’azienda agricola nell’ottica di un miglioramento della qualità della produzione o della sua trasformazione e della possibilità di ridurne i costi.

Per averne titolo occorre avere la qualifica di imprenditore agricolo professionale e che l’impresa sia localizzata nei territori agevolati». Tra i punti forti della misura: la possibilità di attingere in modo tempestivo all’erogazione di fondi sino ad 1.032.000 euro. Un consistente aumento di capitale dell’azienda da restituire solo per il 50 per cento , il restante, invece, andrà a fondo perduto.«Chi ha voglia di scommettere nell’innovazione- spiega Giovanni Denaro, presidente Sogevi di Vittoria- spesso si scontra con una serie di difficoltà burocratiche, una successione di empasse nei tempi e nei modi per potere attingere a contributi finalizzati alla crescita della propria impresa che disarma in particolare le giovani generazioni di imprenditori agricoli.

La misura presentata da Ismea consente di usufruire di uno strumento agile e veloce per non perdere altro tempo nella sfida alla competizione produttiva e commerciale imposta alle imprese locali e del territorio dalla rapida sequenza dei cambiamenti ormai visibilmente presenti all’interno del sistema economico nazionale ed internazionali ».

«Il subentro in agricoltura- dichiara Giuseppe Drago, presidente provinciale della Cia- è uno strumento utile a scongiurare il rischio sempre più plausibile che si salti un’intera generazione nel mondo agricolo. Assistiamo infatti allo scoramento di tanti giovani molto restii a proseguire l’azienda di famiglia; in questo strumento, supportato da adeguate risorse finanziare, possono trovare una ragione in più per non mollare».

(Nella foto in alto un momento del convegno)