Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1344
VITTORIA - 26/02/2014
Attualità - Il comandante Cosimo Costa illustra le novità

Sulla Vittoria Scoglitti spunta il Telelaser

La sicurezza è un obiettivo fondamentale del programma dell’amministrazione comunale e della Polizia locale Foto Corrierediragusa.it

La pacchia sulla Vittoria-Scoglitti è finita. Per tutti. Distratti e furbi. Col telelaser la Polizia municipale sarà in grado di rilevare e contestare subito l’infrazione commessa dall’automobilista. Non solo sui tratti dove sono installati i 3 autovelox, due verso Scoglitti, e uno in direzione Vittoria, già noti a tutti: i veicoli decelerano fino a scendere a 60 km orari, poi sfogo all’acceleratore! Con i telesaler ogni chilometro è un’insidia, se si superano i limiti consentiti. Il Comando di Polizia locale, infatti, si è dotato di Telelaser, un nuovo strumento che consente di rilevare, in pochissimo tempo e da notevole distanza, la velocità dei veicoli e di sanzionare il conducente in caso disuperamento dei limiti di velocità. Può essere utilizzato su qualsiasi tipo di strada, purché presidiato, visibile e segnalato, come prevede l´articolo 142 del Codice della strada. A differenza di quanto avviene con l’autovelox, le infrazioni potranno essere contestate immediatamente, applicando le sanzioni previste dal Codice della Strada. Le pattuglie del Nucleo Infortunistica opereranno lungo le strade comunali, urbane ed extraurbane, in idonee aree di controllo. Contestualmente a tale attività gli agenti verificheranno- attraverso etilometri precursori di cui la Polizia municipale si è già dotata - l’eventuale tasso di alcool nel sangue dei conducenti, sanzionandoli in caso di riscontro di valori elevati che evidenzino il superamento della soglia di attenzione. Le pattuglie della Sezione Infortunistica opereranno, tra l’altro, con veicoli attrezzati per i rilievi dei sinistri stradali, per poter svolgere contestualmente diverse attività: acquisizione digitale della documentazione, consultazione dei database per la verifica immediata della copertura assicurativa, della proprietà dei veicoli e dell´anagrafe delle patenti.

"Il Telelaser – dichiara il comandante Cosimo Costa (foto) - assieme agli altri nuovi strumenti di cui ci siamo già dotati, consentirà un’efficace gestione della sicurezza stradale, in grado di ridurre al minimo il rischio di incidenti causati dall’alta velocità. La sicurezza è un obiettivo fondamentale del programma dell’amministrazione comunale e della Polizia locale, obiettivo che bisogna perseguire con forza, nonostante le ridotte disponibilità economiche. Per farlo non bastano le risorse strumentali, ma è indispensabile il coinvolgimento di tutto il personale competente, con cui condivido quotidianamente le responsabilità operative. I risultati finora raggiunti in materia di sicurezza sono la risultanza di tale scelta e della partecipazione costante e professionale del personale impegnato, che ha sempre dato prova di professionalità e senso del dovere, con il primario obiettivo di migliorare la sicurezza dei cittadini al fine di ridurre il numero di incidenti mortali".


17/02/2016 | 8.49.16
Peppe De Caro

L´importante è sempre fare cassa, siamo sinceri. A Vittoria, al pari probabilmente di molte altre città, nessuno usa più le frecce per svoltare (azione non meno pericolosa per pedoni, ciclisti e motociclisti), neppure i vigili con le loro volanti. Cosa si fa per combattere questa cattiva e pericolosa abitudine? Più che riempire il territorio comunale di autovelox, sarebbe più utile fare investimenti per promuovere l´educazione civica e stradale nelle scuole. Nessuna polemica, vorrei essere solo costruttivo, in Italia da decenni, purtroppo, si pensa solo a punire e non ad educare. Mi piace pensare ai Vigili come Angeli nelle strade piuttosto che solo arbitri che ricercano esclusivamente cittadini da sanzionare.