Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 894
VITTORIA - 08/02/2014
Attualità - Eletto a Vittoria il nuovo presidente dell’Antiracket

Giudice presidente Assoracket e antiusura

Alla presenza di tutte le istituzioni e di Tano Grasso, Renzo Caponetti, Elisabetta Belgiorno, presentata la nuova associazione che avrà il compito di promuovere la legalità e assistere le vittime di pizzo e usura
Foto CorrierediRagusa.it

Una giovane imprenditrice alla guida dell’Associazione antiracket e antiusura di Vittoria. Eliana Giudice, architetto, è stata eletta presidente della ricostruita associazione con il compito di restituire all’organismo il ruolo istituzionale di presidio della legalità: promuovere la cultura dell’onestà; tutelare le vittime del racket e dell’usura sfruttando tutte le garanzie che la legge mette a disposizione. Perché a Vittoria, anche se da diversi anni, fortunatamente, non si spara e nessuno muore ammazzato, il cancro del racket e dell’usura è ben presenti sotto diverse forme: più eleganti, più silenti, ma ugualmente malefiche.

A collaborare con Eliana Giudice, sorella del dirigente della Divisione Anticrimine di Caltanissetta, il vittoriese Gianni Giudice, ci sono molti imprenditori vogliosi di spendersi. Giovanni Augurale, Giovanni Biundo, Giovanni Giudice, Giuseppe Santocono e Giorgio Stracquadanio (presidente e segretario della Cna di Vittoria), Irene Nicosia, Giovanni Giunta, Giovanni Mangione, Silvana Mangione, Giuseppe Macca, Giuseppe Zarba e Salvatore Guastella. L’associazione nasce con l’autorevole battesimo di Tano Grasso, Renzo Caponetti, Elisabetta Belgiorno. Significativa, infatti, la loro presenza insieme al prefetto Annunziato Vardè, il procuratore Carmelo Petralia e i vertici delle forze dell’ordine. Il sindaco Giuseppe Nicosia ha fatto gli onori di casa presso la sala convegni del chiostro dei Frati minori.

«Non sono più gli anni bui di quando si sparava- dice la presidente Eliana Giudice- ma Vittoria di problemi ce ne ha tanti. E dobbiamo affrontarli. A brevissimo avremo una sede, a disposizione di chi vuole contattarci per segnalare e per denunciare condizionamenti e soprusi compiuti dalla malavita organizzata. Ci sono ancora settori che subiscono il condizionamento mafioso e dell’usura, specialmente quando per colpa della crisi attuale sono costrette a ricorrere all’usura dopo avere trovato le porte delle banche chiuse».