Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 696
VITTORIA - 12/01/2014
Attualità - Il segretarario provinciale del Pd si fa interprete dei disagi di agricoltori e vivaisti

No gasolio, agricoltura a rischio gelate

Non era mai accaduto: al 12 gennaio non sono arrivati i libretti del carburante agricolo. In caso di gelate notturne, niente stufe e produzione in pericolo
Foto CorrierediRagusa.it

La mafia uccide solo d’estate, secondo il regista Pierferdinando Diliberto, ma la burocrazia ammazza tutto l’anno. Senza sprecare un proiettile! E’ il pericolo che corre il comparto agricolo e vivaistico del vittoriese. Gli agricoltori di questi due settori non hanno ancora ricevuto (siamo al12 gennaio) i libretti del carburante agricolo. La fortuna li assiste, perché se in questo periodo caratterizzato ogni anno dalle forti gelate, la colonnina del termometro fosse arrivata allo zero, il territorio sarebbe a quest’ora una lastra di ghiaccio per pattinaggio artistico.

Giovanni Denaro (foto), segretario provinciale del Pd ragusano, questa mala-burocrazia-killer non intende sopportarla più. Ha inviato una lettera all’assessore regionale alle Risorse Agricolge Dario Caltabellotta dai toni duri per denunciare l’emergenza relativa alla mancata distribuzione dei libretti del carburante agricolo.

«Sono già trascorsi dieci giorni dall’inizio dell’anno- scrive Giovanni Denaro- eppure, gli agricoltori ragusani, che in un periodo di alta incidenza di gelate si trovano nell’impossibilità di alimentare le stufe, sono vittime della cattiva organizzazione burocratica degli uffici del suddetto assessorato. Si tratta di una vicenda che sta mettendo in pericolo, ogni sera, l’agricoltura iblea». L’intervento del segretario mia a sbloccare l’incredibile situazione che si è venuta a creare.

«Ritengo –continua Denaro- che sia assurdo doversi rivolgere ad un assessore per una questione legata all’organizzazione interna degli uffici che, per quanto banale, rischia di causare danni enormi all’orticoltura in serra».

La questione legata al gasolio non è l’unica nota dolente dell’assessorato regionale. «Fermo restando- continua il segretario del Pd- che, ancora oggi, il comparto attende le dovute risposte legate alle indennità relative ai danni causati dal ciclone Athos e dalle intemperie. Per non parlare degli aiuti «storici» al comparto diventati, purtroppo, una chimera. Si tratta di un tema scomparso dal dibattito politico regionale e nazionale».

A tal proposito, è giusto registrare le numerose piattaforme presentate dalle organizzazioni di categoria e dai sindaci. Nonostante ciò le richieste sono state disattese. Non sono mai giunti né una risposta né un intervento concreto. «Un comparto che produce il 70% dell’ortofrutta nazionale e il 30% di quella europea va assolutamente risollevato e tutelato- conclude Denaro- confido in un esito positivo del problema. E, in attesa che si torni a lavorare seriamente su queste tematiche, auspico una risoluzione dell’emergenza in questione nelle prossime ore».