Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 796
VITTORIA - 06/11/2013
Attualità - L’Associazione Amici della Musica "R. Lucchesi" dopo 52 anni c’è ancora

Dopo la scomparsa di Spatola, la musica continua con Lancia

Nata nel 1961, l’Associazione va avanti fra mille difficoltà economiche grazie alla passione dei soci e di qualche privato. Il presidente Enrico Lancia e il direttore artistico Alessandro Nobile presentano «Vocìo»
Foto CorrierediRagusa.it

Cominciò nel 1961 organizzando concerti nel Saloncino delle Suore degli Angeli. Dopo 52 anni l’Associazione Amici della Musica «Rosario Lucchesi» di Vittoria c’è e continua a dare emozioni. Senza un sicuro budget economico, sostenuta dalla passione che il compianto presidente Salvatore Spatola ha saputo trasmettere ai soci, non ultimo il suo successore alla presidenza, il musicista Enrico Lancia (foto).

La prestigiosa stagione concertistica che comincerà il 10 novembre per concludersi il 3 gennaio 2014, s’intitola «Vocìo». Sarà presentata in conferenza stampa dal sindaco Giuseppe Nicosia venerdì mattino. Nove appuntamenti che scalderanno di sicuro l’inverno dei veri appassionati di lirica, musica classica, folk e jazz. Con quali sostegni? Il neo presidente allarga le braccia. «Con quello dei soci e di qualche volontario imprenditore che non vuole fare morire questa tradizione musicale divenuta ormai patrimonio storico della città».

In vista dell’inizio della stagione musicale, il maestro Lancia ha scritto a quanti vorranno sostenere questo sforzo per la prima volta in qualità di presidente: « La grave perdita del nostro amato presidente Salvatore Spatola ha lasciato un grande vuoto in tutti noi. Ma, sia per il rispetto che lui meritava, sia per l’amore per la musica e per la cultura che ci ha sempre spinti a guardare avanti, nonostante le difficoltà, continuo assumendo l’incarico che immeritatamente mi ha conferito il nuovo Comitato direttivo. Agli amici che hanno voluto condividere con me questa «nuova avventura» porgo un sincero ringraziamento per la fiducia accordatami. E’ grazie alla loro preziosa collaborazione che sarà possibile portare avanti questo «sogno mai risolto» per la nostra città e per il nostro territorio. La direzione artistica è stata affidata all’ottimo musicista e amico Alessandro Nobile, che ha già collaborato con noi per la riuscitissima Rassegna «Oltremente», che tanto successo ha riscosso nella scorsa primavera. Lo ringrazio pubblicamente per la disponibilità e la condivisione dei valori che sono sempre stati i pilastri sui quali si fonda la nostra «missione».

Al presidente Lancia fa eco il direttore artistico Alessandro Nobile: «Abbiamo provato a tracciare un percorso per lo spettatore, che lo portasse a spasso per i luoghi delle vocalità, non solo in ambiti lirici, classici o eurocolti, ma anche in territori mediorientali, folk e jazz. Si è creato così uno spazio di ricerca fra linguaggi nuovi e consolidati di espressione vocale e strumentale, alla scoperta di una «bellezza» archetipa per cui vale la pena, scoprire e scoprirsi».