Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 880
VITTORIA - 01/11/2013
Attualità - La crisi agricola rimette in moto Altragricoltura

Case all’asta: Malannino dice "No"

Evitare nuovi casi Guarascio. Mentre si attende l’esito delle indagini di Guardia di Finanza e Procura, il movimento degli agricoltori ammonisce: «Non toccate le nostre case e aziende»
Foto CorrierediRagusa.it

Lo spettro del caso Guarascio turba il mondo imprenditoriale agricolo nel vittoriese. Altragricoltura, guidata da Gaetano Malannino (foto), l’associazione che ha tenuto sulle spine il mondo politico locale, regionale e nazionale per quel presidio permanente contro la crisi e il silenzio delle istituzioni in piazza Calvario, grida «no allo sciacallaggio indiscriminato che si sta perpetuando a danno delle nostre aziende e delle nostre case».

Lunedì 4 novembre Altragricoltura terrà una conferenza stampa presso la sede di Vittoria mettendo al centro del dibattito l’urgente necessità di mobilitarsi data l’assenza di risposte da parte delle istituzioni sulla grave crisi che riguarda la vendita all’asta di aziende agricole e case di abitazione. Un tema che fa accapponare la pelle e che riporta alla memoria la drammatica vicenda del muratore Giovanni Guarascio il quale, per non farsi togliere la casa persa all’asta per una manciata di soldi, si diede fuoco davanti all’ufficiale giudiziario mettendo a repentaglio anche la vita della moglie e di un agente di polizia, rimasti gravemente ustionati dalle fiamme.

Un caso che ha lasciato strascichi giudiziari e che non è ancora chiuso. Si attende, infatti (si spera il più presto possibile), l’esito delle indagini condotte dalla Guardia di finanza di Ragusa e dalla Procura della Repubblica, organi inquirenti che hanno voluto vedere chiaro dentro l’ingarbugliato fenomeno delle vendite all’asta dopo le forti dichiarazioni dei familiari di Guarascio, le cui dinamiche riserverebbero delle incredibili e clamorose sorprese a danno delle vittime che vengono private degli immobili con metodi poco trasparenti per non aver potuto pagare i creditori.

A tal proposito è chiaro il messaggio di Tano Malannino, leader di Altragricoltura, che anticipa il contenuto della conferenza stampa: «Non possiamo permettere che continui lo sciacallaggio indiscriminato a danno delle nostre aziende e delle nostre case. Le vendite all´asta sempre più numerose a cui stiamo assistendo e che mettono in ginocchio la nostra gente e il nostro territorio non può continuare tra l´indifferenza generale e in modo particolare delle istituzioni».

Una pietra nella palude, quella di Malannino? Cosa sa e cosa vuol dire quando afferma che non si può assistere allo sciacallaggio nell’indifferenza generale delle istituzioni? Ecco allora la conferenza stampa che si terrà alle 10,00 di lunedì 4 novembre in via Generale Cascino, 86. Alla conferenza parteciperanno anche l´Associazione Libera, l´antiracket Sicilia, SOS impresa Sicilia, Articolo1 e l´imprenditore Angelo Giacchi.