Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 997
VITTORIA - 24/08/2013
Attualità - Interrogazione del consigliere di Megafono Scuderi

Dieci anni di punteruolo rosso, il "divoratore"

Si chiede all’amministrazione di intervenire urgentemente per sradicare gli stipiti rimasti al fine di evitare un disagio estetico e l’incolumità dei cittadini Foto Corrierediragusa.it

Il punteruolo rosso, il coleottero che ha distrutto moltissime palme del territorio, compie 10 anni da quando è stato identificato come spietato killer delle palme. Si vede da quel che resta dei tronchi decapitati delle prestigiose palme. Ce lo ricorda Giuseppe Scuderi (foto), consigliere comunale di Megafono, che con un’interrogazione consiliare chiede all’amministrazione di intervenire urgentemente per sradicare gli stipiti rimasti al fine di evitare un disagio estetico e l’incolumità dei cittadini.

«Premesso –scrive Scuderi- che già nel marzo del 2006 è stato autorizzato l’abbattimento delle palme infestate, poiché a seguito della sopraccitata infezione hanno subito danni irreparabili che hanno condotto alla morte le piante; considerato che nelle piazze, parchi, viali e ville comunali sono rimasti soltanto gli stipiti delle palme ormai prive dell’essenza principe, cioè la chioma e che questo costituisce, oltre che un disagio estetico, per il triste spettacolo che raffigurano, una reale minaccia all’incolumità dei cittadini; si rappresenta l’importanza, nonché l’indifferibilità di provvedere allo sradicamento, nel più breve tempo possibile, di tutti i tronchi colpiti dal punteruolo rosso, prima che gli stessi collassino sotto l’azione degli agenti atmosferici, (e sicuramente la villa comunale della nostra città è il primo sito dove intervenire, dato l’elevato numero di palme colpite e l’alta densità di cittadini frequentatori)».

Fatte queste premesse, Scuderi vuole sapere dall’amministrazione se sia stata fatta una ricognizione sui siti ad interesse comunale; se sia stato predisposto un piano d’intervento che preveda l’individuazione della ditta responsabile dell’abbattimento e corretto smaltimento delle palme; se sia stato predisposto un eventuale disegno di ricollocazione del verde con altre tipologie di piante.