Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1090
VITTORIA - 21/04/2008
Attualità - Vittoria - La vicenda dei 5 avvocati denunciati dal fisco

Proseguono le indagini sulla presunta evasione fiscale

Il commercialista Morina difende un avvocato coinvolto Foto Corrierediragusa.it

La scoperta venne resa nota il 9 gennaio scorso. Adesso le indagini sulla presunta evasione all’Erario scoperta dall’Agenzia delle entrate di Vittoria, entrano nel vivo. In difesa dell’avocato titolare di uno dei 5 studi legali presi di mira dall’ufficio delle Entrate, è arrivato il «principe» dei dottori commercialisti, Tonino Morina, originario di Francofonte, esperto fiscale ed autore di numerosi saggi e articoli sul «Sole 24 ore». Secondo indiscrezioni, il commercialista sta spulciando fra le carte allo scopo di fare emergere possibili discordanze e inadempienze di legge compiute durante la fase dell’accertamento della maxi-evasione. Il professionista Morina, considerato uno dei più esperti commercialisti, ha già preso contatti con il dirigente dell’Agenzie di Vittoria, Valerio D’Asaro, al quale avrebbe chiesto di prendere visione di tutta la documentazione che ha fatto scattare la denuncia contro il suo cliente avvocato.

Le indagini erariali che fecero parecchio scalpore in provincia, vennero a conoscenza dell’opinione pubblica il 9 gennaio scorso, allorquando l’Agenzia delle Entrae della Sicilia diede risalto al lavoro svolto dall’ufficio di Vittoria. Grazie alla prerogativa della legge, che consente di entrare nei conti correnti bancari dei professionisti, si accertò una presunta evasione di circa 2 milioni e mezzo di euro relativa alle imposte Irpef, Iva, Irap.Somme a cui si dovrebbero aggiungere gli interessi.

L’indagine riguarda 5 studi legali, il più grosso quello di Comiso, gli altri 4, di non secondaria importanza, tutti di Vittoria. Legali penalisti e civilisti, che a dire del Fisco, non avrebbero dichiarato tutto il volume d’affari relativo al biennio 2004-2005. Si disse, allora, che ammonterebbero a circa 3.500 mila di euro i compensi professionali non dichiarati. Le sofisticate indagini sono state condotte dall’Agenzia delle Entrate di Vittoria su autorizzazione della sede regionale.

In base alla nuova normativa introdotta dal recente governo Prodi per rendere più efficace la lotta all’evasione fiscale, i direttori delle Agenzie hanno facoltà d’ingresso nei conti correnti bancari dei cittadini. Proprio da questi riscontri, stimolati dalla forte sperequazione fra il dichiarato e il volume d’affare, l’Agenzia ha puntato i riflettori fiscali sui 5 studi legali dei quali viene mantenuto il massimo riserbo sui nomi degli avvocati che operano in provincia di Ragusa. Per due di essi l’Agenzia ha fatto scattare anche una denuncia di carattere penale.

Sulla vicenda era calato il silenzio, ma la visita presso l’agenzia di Vittoria del commercialista Tonino Morina, nei giorni della scorsa settimana, non è passata inosservata. Cosa ci faceva a Vittoria, dentro l’Agenzia delle Entrate, un «luminare» del fisco, se non per indagare su come sono state condotte le indagini nei confronti di un suo cliente, il titolare di uno dei 5 studi legali coinvolti nella presunte evasione fiscale? Oltre questo non è dato sapere, perché nessuno dei dirigenti, né degli avvocati coinvolti nel caso, per ora è disposto a rivelare notizie.