Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 18
VITTORIA - 27/06/2013
Attualità - La città ipparina dimenticata dalle istituzioni nazionali e regionali

Soldi per litorale Scicli, Scoglitti esclusa

Sant’Orazio protegge solo Scicli e fa arrivare soldi per salvare l’erosione ad Arizza e Spinasanta. Dieli denuncia: «Il lungomare di Scoglitti sta crollando ma nessuno muove un dito» Foto Corrierediragusa.it

Dietro le luci intense del Jazz Festival, l’altro lato di Vittoria è completamente al buio: immondizia per le strade, arterie sempre e perennemente scassate, lotti interclusi infestati da erbacce a rischio incendi e ricettacolo di roditori, lungomare di Scoglitti che si presenta in condizioni disastrose. Non mostra una bella vetrina la città che si prepara ad accogliere l’estate 2013. Il titolo che Nello Dieli inventò qualche anno fa per il suo movimento civico, «Vittoria che cambia», è da cambiare subito in «Vittoria che non cambia». Lo stesso ex consigliere comunale con un articolato documento fa rilevare il degrado di Scoglitti attraverso un termine di paragone fatto con altri territori marittimi della provincia iblea. Scicli, per intenderci! «Abbiamo appreso- scrive Dieli- che sono iniziati i lavori dei nuovi bracci frangiflutto ad Arizza e Spinasanta, due contrade del litorale sciclitano. Un progetto di 1,5 milioni di euro finanziato, nel 2010, dal Ministero dell’Ambiente per porre rimedio all’erosione della costa che sta provocando la scomparsa dei due importanti lidi.

Il progetto prevede 17 pennelli trasversali nella costa tra Donnalucata e Cava d’Aliga, costituiti da una mantellata con scogli naturali, mentre, il ripascimento della spiaggia sarà eseguito sia con sabbie prelevate dalla spiaggia sopraflutto al molo foraneo del porto di Donnalucata, sia con sabbie naturali prelevate da cave autorizzate. La rabbia, la delusione è tanta considerato che più volte abbiamo chiesto all’Amministrazione comunale di Vittoria che fine abbia fatto il progetto di messa in sicurezza della zona Punta Zafaglione che comprende tutto il litorale Scoglitti–Baia Dorica, soprattutto alla luce dell’interruzione del tratto di qualche mese fa per le forti mareggiate dei mesi scorsi. Un progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente con decreto del 2010 così come il progetto di messa in sicurezza del litorale sciclitano».

Che fine ha fatto il progetto per Vittoria? Perché alla Regione cambiano i governatori (Cuffaro, Lombardo, Crocetta) e nessuno si mostra benevolo nei confronti di questa città? Ma Rosario Crocetta, voluto candidato alla presidenza da Fabio Nicosia e Claudio La Mattina, che ha pure ricevuto la cittadinanza onoraria, non mostra un occhio di riguardo nei confronti di questa città. Perché l’assessore Concetta Fiore, della quale si dice avere accessi liberi nelle stanze dei bottoni della Regione siciliana non sbatte le nocche sul tavolo o i tacchi a terra per farsi ascoltare? E se l’indifferenza nei confronti di Vittoria va ricercata nella scarsa incisività di alcuni assessori comunali, perché il sindaco Giuseppe Nicosia non li cambia o li toglie definitivamente in modo da risparmiare stipendi e contributi previdenziali così come sta risparmiando per la mancata nomina del sesto assessore, del quale nessuno sente la mancanza?

«E’ strano-si chiede Dieli- come il comune di Scicli abbia ottenuto ciò che voleva e Vittoria no». Vuoi vedere che a Scicli c’è lo zampino del deputato locale Orazio Ragusa e del ministro Gianpiero D’Alia entrambi Udc e alleati di Crocetta e del Pd? Chi difende gli interessi e i diritti di Vittoria (espressione Pd) a Palermo e a Roma? Stando ai risultati fin qui ottenuti, nessuno.