Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:10 - Lettori online 907
VITTORIA - 10/04/2008
Attualità - Vittoria- Rinviata al 21 aprile la querelle sulle perforazioni

Vittoria minaccia l´occupazione del sito di Sciannacaporale

L’assessore regionale Interlandi ha autorizzato la Panther Eureka senza il parere del Genio Civile e dell’Arpa Foto Corrierediragusa.it

Tregua elettorale sulle perforazioni di Sciannacaporale. Ma dal 21 aprile si ricomincerà. Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia anticipa che se nel frattempo «non si riesce a trovare una soluzione che scongiuri il rischio di abbassamento della falda acquifera e di inquinamento della stessa, archiviato l’appuntamento elettorale avvieremo un presidio sul posto, assieme agli ambientalisti e a tutti coloro che saranno disposti ad affiancarci in questa battaglia per la sopravvivenza».

La vicenda delle perforazioni a Sciannacaporale che la Panther Eureka sta eseguendo nella speranza di trovar gas, è più seria del previsto. Tanto che le parti, dopo il vertice in Prefettura, grazie all’intervento del prefetto Giovanni Monteleone, hanno siglato una tregua fino a giorno 21 aprile. «Ci sono cose che non sapevamo e che ora sappiamo- ha commentato il sindaco Giuseppe Nicosia a fine vertice, presente anche il dirigente del Genio Civile competente in materia di falde acquifere, Rosario Ruggeri e dirigenti dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente)- Siamo il comune che subirebbe i maggiori danni, ma abbiamo ottenuto la garanzia che la Provincia convocherà una conferenza di servizio con tutti i soggetti interessati, allo scopo di acquisire i pareri del Genio Civile e dell’Arpa».

Ci si chiede: come mai l’assessore regionale al Territorio e Ambiente Rosanna Interlandi ha concesso l’autorizzazione alla Panther senza chiedere il parere preventivo al Genio Civile e all’Arpa? L’Arpa si occupa della qualità dell’acqua e dell’ambiente mentre il Genio civile tiene sotto controllo le falde acquifere. Il loro parere, quindi, al di là dell’autorizzazione dell’assessorato regionale, potrebbe essere determinante ai fini del proseguimento delle perforazioni.

Abbiamo contattato il dirigente del Genio civile, Rosario Ruggeri, per avere lumi sulla vicenda, ma non ha voluto rilasciare molte dichiarazioni. Tuttavia s’intuisce che qualche problema le perforazioni programmate potrebbero darlo, perché il pozzo di Sciannacaporale, che disseta Vittoria, insiste proprio sulla zona di ricerca. «Siamo stati interpellati solo a cose fatte- afferma Rosario Ruggeri- dopo che l’assessorato ha dato l’autorizzazione. Durante l’incontro in Prefettura ci siamo lasciati con l’intento di rivederci giorno 21 aprile e fino a quella data il Genio civile non si pronuncia».

La situazione, comunque, resta molto tesa per la drastica decisione presa di posizione del Comune di Vittoria, che ha minaccia di occupare il sito qualora non dovessero emergere rassicurazioni valide sull’esito dei lavori di perforazione.

Tutto ciò nonostante l’ing. Giuseppe Palmeri, della Panther Eureka si sia sforzato di far capire che «si sta creando l’ennesimo allarmismo per niente». Cos’è che rende così sicuro l’ing. Palmeri sulla innocuità delle perforazioni? «Non siamo vicini alla sorgente di Sciannacaporale- risponde Palmeri- il nostro sito è a Serra grande, a 4 chilometri dalla sorgente. Nella zona c’è anche una discarica che già inquina di per sé. Abbiamo proposto di coinvolgere l’Università di Catania per convincere che non ci sono problemi. Dovendo perforare fino a 2000 metri di profondità e ovvio che s’incontra l’acqua a 400 metri. Abbiamo spiegato che non utilizzeremo il fango di perforazione, le cui sostanze chimiche possono variare lo stato dell’acqua. Per evitare questo rischio abbiamo deciso di utilizzare acqua potabile. Ma questo non lo dice nessuno».

Affermazioni che non convincono il sindaco Giuseppe Nicosia. "I tecnici del Genio Civile e quelli dell’Arpa, presenti all’incontro, hanno ampiamente attestato i rischi di inquinamento connessi alle operazioni e le prime inadempienze della Panther Eureka. Alla mia richiesta di sospendere i lavori, la società ha risposto negativamente, siamo pronti all’occupazione del sito». Il primo alleato del sindaco è il Pd di Vittoria, che con il segretario Giovanni Formica ha dato la disponibilità alla mobilitazione.