Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1355
VITTORIA - 10/05/2013
Attualità - Il sindaco Giuseppe Nicosia duro con chi sporca Vittoria

Ordinanza contro pubblicità selvaggia. Produrrà effetti?

Multe da 25 a 500 euro per chi viola la regola. Le ditte devono comunicare al Comando di Polizia locale i nominativi degli addetti al volantinaggio

L’ordinanza emessa si va a sommare alle tante’altre ordinanze già esistenti, ma siamo sicuri che sarà rispettata dai destinatari? Il sindaco Giuseppe Nicosia ci prova, sul risultato che produrrà è lecito riservarsi un comprensibile scetticismo. L’ordinanza numero 23 mira a disciplinare la pubblicità commerciale tramite volantinaggio.

I depliant ce li troviamo ovunque: sul parabrezza della macchina, stipati nella cassetta della posta (se uno sta fuori casa per diversi giorni rischia di non ricevere corrispondenza importante perché la cassetta è piena di pubblicità, e devi stare attento a non buttare anche raccomandate importanti insieme ai prezzi convenienza del pollo, salumi e detersivi), sotto e sopra i marciapiedi, in balia del vento che li trasporta di marciapiede in marciapiede. Chi abita lontano dal «salotto» cittadino accuratamente pulito dai netturbini, ha il compito di pulire continuamente per dare un minimo di decoro al quartiere dove vive. Eppure l’aliquota dei tributi è uguale in tutto il perimetro urbano.

Perché questa ventitreesima ordinanza? «Perché –spiega il sindaco Nicosia- una distribuzione non regolamentata produce un´enorme quantità di rifiuti e pregiudica la salubrità e il decoro del territorio comunale; inoltre, la raccolta e lo smaltimento di tali rifiuti impegnano oltremodo gli addetti ai servizi, con grave pregiudizio anche per le casse comunali; abbiamo, inoltre, ricevuto parecchie lamentele da parte di cittadini che vedono invase le proprie cassette postali e gli usci delle proprie abitazioni da volantini pubblicitari; per questo abbiamo ritenuto opportuno procedere al contemperamento dei vari interessi coinvolti: quelli dei commercianti con quelli dei singoli cittadini, nell´ambito di una generale tutela degli interessi pubblici di salvaguardia dell’ambiente e del territorio».

L’ordinanza prevede che le ditte commerciali che intendono effettuare pubblicità mediante distribuzione sono tenuti a comunicare, almeno 5 giorni prima dell’inizio, alla Direzione Tributi e al Comando Polizia Municipale, il nome della ditta incaricata della distribuzione e i nominativi del personale che diffonderà il materiale pubblicitario e l’itinerario che ognuno seguirà nella distribuzione. Gli addetti alla distribuzione, dovranno, in qualsiasi momento, a richiesta, essere in grado di esibire copia dell’autorizzazione e della quietanza di pagamento dell’imposta dovuta; gli eventuali trasgressori (siano essi aziende o personale reclutato) saranno soggetti, salvo che il fatto sia previsto dalla legge come reato o costituisca più grave illecito amministrativo, al pagamento delle seguenti sanzioni pecuniarie: per le aziende commissionarie, da un minimo di euro 25 ad un massimo di euro 500, che può essere estinta mediante pagamento in misura ridotta della somma di euro 250, così come previsto dalla deliberazione di Giunta Comunale numero 411 del 12 giungo 2009.