Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 859
VITTORIA - 04/04/2008
Attualità - Ragusa - L’Ausl 7 delibera 3 milioni di euro per l’acquisto di 2 Tac

Nuove Tac in arrivo per gli ospedali di Vittoria e Modica

Il dott. Di Geronimo del "Guzzardi" di Vittoria: "Migliorerà la qualità degli esami" Foto Corrierediragusa.it

Tre milioni di euro tondi tondi per gli ospedali di Modica e Vittoria. Un milione e 800 mila euro per il «Maggiore» di Modica e un milione e 200 mila per il «Guzzardi di Vittoria. L’annuncio sanitario che aspettavano. Due nuove Tac per due ospedali di trincea: Vittoria e Modica. L’ultimo ritrovato della tecnologia medica e scientifica, dicono gli esperti, al servizio del bacino d’utenza del comprensorio ipparino. Poco importa da quale parte provenga l’annuncio, conta la nuova apparecchiatura che per l’ospedale di Vittoria equivale a una pratica di terapia d’urto in favore di un malato se non gravissimo molto sofferente.

La nuova Tac affiancherà quella esistente, obsoleta e già superata dal tempo. Il direttore generale dell’Ausl 7 Fulvio Manno gonfia il petto nell’annunciare che un milione e 800 mila euro sono stati spesi per il «Maggiore» di Modica e un milione e 200 mila euro per la sanità vittoriese. A cercare il pelo nell’uovo, diremmo perché questa differenza di cifre fra la Contea e l’Ippari? Non è questo il problema. «L’entità delle risorse destinate a questa azienda- spiega il manager Manno- testimonia il buon operato di questa amministrazione e la considerazione di cui gode in ambito regionale. Per bruciare i tempi abbiamo fatta la delibera di giunta prima del finanziamento. L’ammodernamento di queste due importanti apparecchiature ci permetterà di dare un duro colpo alle liste d’attesa».

La conferma arriva direttamente dalla corsia, dal dott. Enzo Di Geronimo, il responsabile del servizio Tac, ubicato nel reparto di Radiologia diretto dal dott. Umberto Copani. Il reparto che spesso finisce sui giornali per le liste d’attesa. «Una bella notizia, confermo- esordisce il dott. Di Geronimo- più che ridurre le liste d’attesa, il nuovo apparecchio, essendo molto sofisticato e all’avanguardia ci darà due risultati: migliorerà la qualità dell’esame e ci farà impiegare meno tempo. Se con la vecchia tac s’impiegavano 30 minuti per fare un esame al paziente, con questa nuova dovremmo ridurre i tempi di circa il 50%. Sta qui il vero beneficio apportato dalla nuova apparecchiatura».

Le liste d’attesa, dunque, scenderanno ma non di molto. «Non è così- interviene il dott. Di Geronimo- con il noto progetto Rau (650 mila euro, ndc) che dovrebbe partire a breve, le liste d’attesa saranno accorciate sia per gli esami tac che radiologici». Il progetto, come abbiamo spiegato in altre circostanze, prevede una sinergia fra medici di base e specialisti ospedalieri al fine di dare priorità alle richieste urgenti.

Ma non è solo l’arrivo della Tac e dell’inizio del progetto Rau, che mette in vetrina l’ospedale di Vittoria. La nuova ala della struttura è quasi alla fine dei lavori. «Entro il 2008, forse dopo l’estate- conclude il dott. Di Geronimo- il nuovo ospedale potrebbe essere inaugurato e reso operativo». Dalle indiscrezioni che emergono, nella nuova ala dovrebbero andare i reparti medici: la Neurologia, la Medicina, la Pediatria e fors’anche l’Oculustica. I reparti chirurgici dovrebbero rimanere nella vecchia struttura.

(Articolo correlato nella sezione Ausl Informa)