Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 619
VITTORIA - 21/03/2013
Attualità - Disservizi per molte famiglie di Vittoria e Scoglitti

Scuderi accusa: "Gli scuolabus sono rotti"

Il consigliere della Lista Crocetta ha rivolto un’interrogazione consiliare ma non ha risposta. «Gli assessori-dice il consigliere- giocano a chi è più bravo dell’altro, scrivono su facebook e non hanno tempo per occuparsi di questi problemi»
Foto CorrierediRagusa.it

Un centinaio di alunni vittoriesi da circa un mese non fruiscono più del pulmino scolastico. Giuseppe Scuderi (foto), esponente di punta della lista Crocetta in Consiglio comunale e della maggioranza che amministra la città, non si crea scrupoli nel denunciare il disservizio che stanno soffrendo centinaia di famiglie fra Vittoria e Scoglitti.

Scuderi ha rivolto un’interrogazione a risposta scritta lo scorso 4 marzo, siamo già in primavera, forse arriverà l’estate e si chiuderà l’anno scolastico, ma la maggioranza è «impreparata», non risponde! «Mentre gli assessori –denuncia Scuderi- giocano a chi è più bravo dell’altro scrivendo su facebook o rilasciando dichiarazioni populistiche sui giornali, più di 100 bambini da un mese non usufruiscono del servizio pullman scolastico. Fatto gravissimo, considerato che le famiglie sono in estreme difficoltà, sia per chi lavora e deve rispettare orari ben precisi, sia per le famiglie prive di mezzi propri o addirittura o perché non possono sostenere l´aggravio economico del carburante».

E dire che Scuderi ha già esercitato la prerogativa che la legge gli affida in qualità di consigliere comunale: l’interrogazione consigliare. «Non dimentichiamo le famiglie di Scoglitti, che soffrono il problema ancor di più. All´inizio del mese, anche se consigliere di maggioranza, ho presentato un´interrogazione scritta..., ma evidentemente il web ruba molto tempo perché ad oggi non ho ricevuta risposta e non posso rispondere ai cittadini sui motivi che hanno generato un fatto cosi grave. In consiglio ho usato l´articolo 40 i ritornando sul problema, considerato che sono stato supportato da altri consiglieri, mentre l’assessore Gurrieri ha abbandonato l´aula. E dire che abbiamo trascorso nottate intere per approvare il regolamento del servizio trasporto alunni, ma a cosa è servito se non si riesce a sostituire una frizione rotta o chissà quale altro pezzo dei pullman rotti». Scuderi torna a chiedere all’amministrazione cosa vorrà fare per eliminare il problema del servizio trasporto alunni.


IL MIO GIUDIZIO SU PIPPO SCUDERI...
22/03/2013 | 23.31.15
Angelo Sallemi

George Bernard Shaw

Ci sono solo due qualità nel mondo: l´efficienza e l´inefficienza; e ci sono soltanto due generi di persone: l´efficiente e l´inefficiente. Tu caro Pippo appartieni certamente al primo genere di persona. Tutta la mia stima.


Risposta all´ass Gurrieri
22/03/2013 | 18.59.04
Pippo scuderi



Mi dispiace che l´Assessore Piero Gurrieri sia esterrefatto della mia denuncia su un problema così grave che riguarda la tutela dei nostri figli: decine e decine di ragazzini non possono usufruire del servizio scuolabus; è difficile spiegare ai cittadini tale disagio che perdura da oltre un mese e che si ripresenta ogni anno con un servizio a singhiozzo. Ho avuto sin troppo rispetto dell’Amministrazione Comunale, che mi onoro di rappresentare nella qualità di consigliere comunale, nel comunicare alla stampa tale disservizio dopo un mese che tale problema veniva segnalato.
Probabilmente se l’assessore non avesse avuto urgenti impegni familiari, avrebbe dato una risposta in consiglio comunale ed io avrei evitato di ferire la sua sensibilità.
Certe volte basta un po´ di umiltà x evitare spiacevoli situazioni, anzicché scaricare la colpa al consiglio comunale.
Che si trovino i mezzi per sistemare i pulman, diversamente le dimissioni sarebbero inevitabili.
Ricordo a tutti ed a me stesso che una comunità che non a cuore la tutela dei ragazzi è una comunità arretrata ed involuta.
Impegniamoci tutti a cambiare lo stato di cose senza se e senza ma.


22/03/2013 | 13.53.45
piero gurrieri

Sono esterrefatto nel leggere questa mattina, sul "Corriere di Ragusa" le considerazioni del consigliere Giuseppe Scuderi (Lista Crocetta) a proposito di mie presunte responsabilità nell´attuale situazione di parziale paralisi (blocco di n. 4 pulmini) del servizio urbano di trasporto scolastico.
Contrariamente a quanto rilevato dal consigliere, l´impegno dell´assessore alla P.I. in relazione alla questione è stato e continua ad essere massimo, unitamente a quello del V. Sindaco e assessore alle Manutenzioni, che insieme a me da settimane si è occupato del problema, a prescindere dal deposito dei interrogazioni, che saranno comunque riscontrate entro i termini di legge, non ancora decorsi. Problematica alla quale avrei volentieri risposto nel corso della recente seduta consiliare, dalla quale sono stato costretto ad allontanarmi dopo un paio d´ore a causa di una improrogabile necessità familiare.
Desidero ancora premettere che le problematiche riguardanti il trasporto scolastico erano state attentamente esaminate nella mia "Relazione sullo stato delle scuole", trasmessa formalmente a tutti i gruppi consiliari all´inizio del mese di maggio dello scorso anno, in prossimità della sessione consiliare di bilancio.
In quella relazione avevo fatto presente che circa il 50percento dei pulmini era stato immatricolato da venti anni e che questa situazione - oltre a comportare la necessità di interventi di manutenzione frequenti e costosi - poneva a rischio la stessa continuità di un servizio necessario e dalle evidenti finalità sociali. Per questo, avevo auspicato che si ponesse mano ad un piano di graduale ricambio dei pulmini, possibile mediante l´appostamento in bilancio di una somma di circa € 35.000,00 annui (per n. 5 anni) che avrebbe consentito di dotare l´amministrazione di n. 5 pulmini di ultima generazione e alimentati a metano, dimezzando i costi di acquisto carburante e riducendo l´impatto ambientale. Inoltre, nella stessa relazione avevo dettagliatamente esposto i costi necessari a sostenere per l´anno 2013 il servizio di trasporto scolastico nell´ipotesi in cui non si fosse proceduto all´acquisto da me auspicato.
La relazione è stata notificata a tutti i presidenti dei gruppi consiliari, resa pubblica alla cittadinanza e ha formato oggetto di numerose sedute di commissioni consiliari anche successivamente alla delibera di adozione del bilancio di previsione per l´anno 2013 nella quale non sono risultate appostate le risorse necessarie al ricambio del parco macchine.
Con più note, tutte debitamente protocollate, nei mesi seguenti ho inoltre fatto presente - unitamente anche qui all´assessore alle Manutenzioni - alle direzioni e agli organi competenti la situazione di sottodimensionamento dei fondi necessari ad assicurare la continuità del servizio in questione, gravato da ingenti costi per l´acquisto del carburante, le manutenzioni, le assicurazioni e le revisioni. Ulteriori note sono state ancora trasmesse nel momento in cui alcuni pulmini hanno accusato malfunzionamenti, culminati nel loro attuale blocco.
Ieri mattina, mentre mi trovavo a Palermo presso l´Assessorato regionale alla P.I., l´assessore alle Manutenzioni mi ha assicurato che sarebbero state finalmente reperite le risorse necessarie per gli interventi manutentivi del caso dopo che nelle settimane scorse un precedente analogo atto era stato rimesso dalla direzione bilancio al dirigente proponente per insussistenza della disponibilità delle risorse economiche sul capitolo di pertinenza di esclusiva titolarità del dirigente medesimo.
Stante quanto precede, ritengo che la questione possa essere portata a soluzione in tempi rapidi, anche se permane la necessità di interventi più organici e meno emergenziali. In questo senso, nella coscienza della priorità della scuola e delle politiche scolastiche nell´ambito di quelle generali del Comune, continuo a ritenere che, in occasione dell´imminente sessione di bilancio, debba prestarsi la massima accortezza (naturalmente nei limiti e secondo le compatibilità derivanti dall´attuale situazione di tagli dei trasferimenti) affinché negli schemi finanziari siano innanzitutto ed integralmente contemplate le risorse necessarie a garantire la continuità dei servizi essenziali e connotati da un indiscutibile valore sociale