Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 644
VITTORIA - 01/04/2008
Attualità - Vittoria - Fine di una lunga querelle civile e penale

Risarcito di 425 mila euro Salvatore Monteforte

L’ex direttore facente funzione dell’Amiu ha vinto la causa con la municipalizzata. Ora chiederà gli interessi legali. Foto Corrierediragusa.it

Si brinda con champagne di qualità, in casa di Turi Monteforte, l’ex direttore dell’Amiu a cui l’amministrazione dell’epoca non riconobbe l’adeguamento economico alla qualifica di direttore per gli anni 2000-2004. In questi giorni l’ex funzionario dell’azienda municipalizzata, oggi in pensione, ha riscosso il totale della somma assegnatagli, 425 mila euro: 100 li aveva già presi come acconto. La Corte d’Appello di Catania il 10 gennaio scorso aveva condannato la supponenza del potere politico che spesso e volentieri non riconosce ai cittadini-dipendenti i diritti sanciti dalle leggi.

Si chiude una triste vertenza di lavoro, con sfumature di carattere penale che Monteforte aveva già superato positivamente per la nota vicenda della truffa all’Amiu. E forse non è finita, perché conoscendo la pervicacia di Monteforte, è probabile che egli qualche altro centinaio di migliaia di euro riuscirà ad averlo dall’ente a titolo di risarcimento per interessi legali. Perché l’amministrazione dell’epoca, probabilmente malconsigliata dai competenti del settore, non ha voluto accettare la proposta di transazione al 65% della somma totale fatta dai legali di Monteforte (Enrico Calabrese per la parte civile e Enrico Di Martino per quella penale).

Adesso l´Amiu (come dire il Comune) dovrà risarcire Monteforte fino all’ultimo euro per non avergli riconosciuto il trattamento economico pari alla mansione di direttore. La tesoreria del Comune stia pronta, un altro esborso potrebbe esserci molto presto, perché anche Salvatore Gentile, ex direttore del mercato, avrebbe avviato una nuova causa di lavoro contro il comune con le stesse motivazioni di Monteforte.