Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1104
VITTORIA - 18/02/2013
Attualità - Risolta la crisi gestionale dei mercati

Garrasi presidente della Vittoria Mercati

Nomina autorevole, competente e professionale. Attesa per la soluzione dei problemi mercatali
Foto CorrierediRagusa.it

Una scelta giusta. Un manager, un amministratore di azienda privata che opera a livello internazionale nel settore della produzione di plastica per uso agricolo. E’ Emanuele Garrasi (foto), nominato dal sindaco Giuseppe Nicosia presidente della Vittoria mercati srl. Il suo curriculum presentato per partecipare al bando di avviso pubblico per la presidenza della nuova società, è quello che ha soddisfatto maggiormente il sindaco di Vittoria.

Il consiglio di amministrazione, oltre che dal presidente Garrasi, sarà composto anche da altri due soggetti sulle cui capacità amministrative nessuno può battere ciglio: Giuseppe Sulsenti, noto come «tappabuchi» (in senso positivo) di qualità nei settori che a Vittoria hanno imbarcato acqua da più parti (evitiamo l’elenco), attualmente dirigente del settore Bilancio, e Angelo Piccione, dirigente del settore Lavori pubblici, anch’egli più volte in passato trovatosi a togliere molte castagne dal fuoco. Garrasi, per chi non lo ricordasse, è stato componente del precedente cda presieduto da Giombattista Gambuzza, rimasto al palo per mancanza di «carburante», se ci si consente la metafora. Garrasi la spunta su tutti gli altri concorrenti dopo il forfait definitivo di Nuccio Tuttobene, al quale non è stato concesso il nulla osta dall’Asp 7, prima da Giombattista Cirignotta e dopo da Vincenzo Aliquò.

«La scelta di Emanuele Garrasi – ha evidenziato il sindaco – scaturisce dalla disamina dei numerosi curricula pervenuti a seguito dell´avviso pubblico emanato, a tal fine, dal Comune. Curricula che non solo mi hanno dato la possibilità di verificare come vi siano, nella nostra città, molte professionalità di notevole livello, ma mi hanno anche offerto lo spunto per programmare un censimento delle professionalità giovanili operanti a Vittoria».

Le prime congratulazioni a Garrasi giungono dal presidente del Consiglio comunale Salvatore Di Falco. «Ritengo questa nomina di alto prestigio e di riconoscimento delle capacità professionali ed umane di Emanuele Garrasi, che ha sempre espresso nello svolgimento della sua attività imprenditoriale, nonché nella precedente esperienza di membro del consiglio di amministrazione della società che oggi presiede. Ritengo adesso che vi siano le condizioni giuridiche e politiche perché si possa avviare un proficuo lavoro verso questa struttura mercatale che potrà godere anche di un rinnovato Cda che vede la presenza di valenti ed abili componenti. Già da qualche mese, del resto, il mercato ortofrutticolo appare oggetto di migliori attenzioni e servizi e colla Sua nomina si avvierà verso un miglioramento ulteriore, anche nell´ottica di un rilancio del comparto agricolo nel suo complesso».

Di Falco informa anche che è pervenuta una lettera della Associazione Concessionari Ortomercato nella quale si invita il consiglio comunale a predisporre un nuovo regolamento di mercato, ritenendo quello attualmente in vigore superato e non confacente alle «mutate innovazioni tecnologiche ed alle esigenze dei tempi per gli operatori». E’ quello che Di Falco farà.

Tra le priorità di Emanuele Garrasi, invece, 3 punti: la spinosa questione degli ingressi al mercato, negli anni passati un vero porto di mare; la promozione degli accordi presi alla Fruit Logistica di Berlino con i mercati di Verona e Padova; appaltare il ricovero di casse e imballaggi, il cui budget ammonterebbe intorno ai 200 mila euro.


emolumenti
19/02/2013 | 12.19.32
cittadino

Sulla professionalità dei queste persone non ho il minimo dubbio e neanche sull´onesta.
Vorrei sapere quanto ci costano a noi comuni mortali lo stipendio di queste persone, tanto per completezza di informazione.
Grazie