Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 713
VITTORIA - 23/01/2013
Attualità - Il sindaco Giuseppe Nicosia ha emesso un’ordinanza

Inquinamento Vittoria: vietato uso acqua potabile

A dare l’allarme, l’Ufficio Acquedotti del Comune che informa la cittadinanza che si è verificato un inquinamento dell’acqua della condotta cittadina e che i tecnici comunali sono al lavoro per individuare la causa e risolvere il problema

Pericolo inquinamento idrico nella zona Talafuni- Chiusa Inferno a Vittoria. Il sindaco Giuseppe Nicosia ha emesso un’ordinanza con cui si fa divieto di utilizzare acqua per uso potabile nel perimetro Cristoforo Colombo, Neghelli, Marzabotto, Virgilio Lavore e Cacciatori delle Alpi.

A dare l’allarme, l’Ufficio Acquedotti del Comune che informa la cittadinanza che si è verificato un inquinamento dell’acqua della condotta cittadina e che i tecnici comunali sono al lavoro per individuare la causa e risolvere il problema.

"Si è verificato un inquinamento, probabilmente di solventi – dichiara l’assessore all’Ambiente, Filippo Cavallo - nel quadrilatero compreso tra le vie Cristoforo Colombo, Cacciatori delle Alpi, Virgilio Lavore e Neghelli, e più marcatamente nelle vie Concetto Marchese, Dell’Acate e Bologna. Non conosciamo ancora la natura dell’inquinamento: abbiamo effettuato da ieri diversi prelievi e li abbiamo consegnati a una ditta di Comiso, che sta analizzando i campioni e che domani dovrebbe fornirci i primi risultati sulla natura del fenomeno.

Nel frattempo, mentre si sta provvedendo a predisporre un’apposita ordinanza, invitiamo i residenti della zona a non utilizzare l’acqua corrente e a chiudere le saracinesche di ingresso dell’acqua. Consigliamo altresì di svuotare i serbatoi e le cisterne e di disinfettarli con cloro o varechina. In attesa di risolvere il problema, il Comune si sta attrezzando, con l’ausilio dell’Amiu, per garantire il servizio di rifornimento con le autobotti ventiquattr’ore su ventiquattro. Le richieste vanno effettuate al numero verde dell’Amiu (800210388). L’Ufficio Acquedotti sta organizzando turni di lavoro straordinario per fronteggiare al meglio l’emergenza".