Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1019
VITTORIA - 02/10/2012
Attualità - Manifestazione a Randello per favorire la fruizione di luoghi aperti ai disabili

"Una forestale senza barriere", prende corpo il progetto

L’iniziativa voluta da Carmelo Comisi, presidente Mo.V.I.S. è sostenuta dall’assessore regionale Francesco Aiello e dall’assessore comunale Piero Gurrieri
Foto CorrierediRagusa.it

Molto partecipata la manifestazione tesa alla fruizione di luoghi aperti, come la riserva di Randello, per coloro che hanno difficoltà motoria. Portato avanti dalla neo-associazione di Vittoria Mo.V.I.S. (Movimento Vita Indipendente Sicilia), il progetto «Una forestale senza barriere» ha l’obiettivo di rendere fruibile la spiaggia e la riserva di Randello entro la prossima stagione estiva. Come? Attraverso dei piccoli aggiustamenti strutturali, mediante la presenza di pedane e tettoie, ma anche la nascita di nuovi servizi, come un trenino elettrico, la presenza di un chioschetto. Ieri proprio nell´area naturale si è svolta la presentazione del progetto. Alla conferenza stampa, accanto agli aderenti all’associazione e le loro famiglie, erano presenti alcuni rappresentanti istituzionali.

Sono infatti intervenuti Francesco Aiello, assessore regionale all´Agricoltura e Foreste e Piero Gurrieri, assessore del Comune di Vittoria. Inoltre, patrocinano il progetto l’Azienda Regionale Foreste Demaniali e la Provincia regionale di Ragusa. L’assessore regionale Aiello si è mostrato molto vicino alla finalità del progetto, sostenendo di voler far partire a Ragusa un progetto pilota, con annessi servizi da dare in autogestione anche alle associazioni, in completa concertazione con le stesse, in un ottica di rete, che coinvolga la Provincia e il Comune di Vittoria, con una raccolta fondi trasversale e ben finalizzata.

Del progetto ha parlato anche l´assessore comunale Gurrieri, che sull´obiettivo di creare una rete si è detto felice del fatto che ci sia un´unità di intenti anche da parte della Regione e dell´Azienda Foreste Demaniali rappresentata dal suo direttore Antonio De Marco. Si vorrebbero anche attivare dei percorsi guidati per le scuole ipparine, dato che la riserva è molto frequentata da cittadini di Vittoria, pur non ricadendone nel territorio comunale.

Molto soddisfatto per l’iniziativa il presidente della Mo.V.I.S., Carmelo Comisi, sempre in prima linea nella sensibilizzazione delle pubbliche amministrazioni e della popolazione, mettendo in evidenza i diritti dei disabili. «Vogliamo uscire dalla ghettizzazione – ha detto Comisi - Crediamo molto in questo progetto e chiederemo aiuto al prossimo Governo regionale. Inoltre saremo domenica prossima di fronte la Basilica di San Giovanni a Vittoria, per sensibilizzare la necessità di prevedere appositi ingressi per i disabili. Inoltre il 20 ottobre prossimo è già previsto il «C day» (Carrozzina day) per sensibilizzare i commercianti del territorio ad abbattere le barriere architettoniche».

Presente alla conferenza stampa anche Luca Genovese, delegato regionale di «Parent project-Sicilia», associazione vicina alla Mo.V.I.S., e che si affianca per molte delle sue iniziative. Quella di ieri è stata anche una giornata di festa all´aria aperta con un grande barbecue, una visita guidata nelle zone fruibili e con iniziative dedicate allo sport, con la presenza di Pippo Carrubba, medaglia d’oro di tiro con l’arco alle para-olimpiadi di Sidney 2000, 5 titoli nazionali, 2 titoli europei. Con il suo sport ha dato avvio all’Associazione Dilettantistica Sportiva «Arcieri Mediterranei» che coinvolge bambini e adulti nel territorio di Vittoria e che si spende molto per l’integrazione. La giornata di sensibilizzazione ha visto la presenza di diverse Amministrazioni, associazioni impegnate a vario titolo, semplici sostenitori, tutti insieme con una maglia bianca con stampato sopra il simbolo di un divieto rosso con la scritta »Basta Barriere».