Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1000
VITTORIA - 15/09/2012
Attualità - I tagli ecobonus all’azienda siciliana trasporti colpisce anche la scuola

Ast taglia le corse? Studenti ipparini viaggiano in treno

Sinergia tra Comune Vittoria, Comiso, Prefettura, Provincia e Trenitalia. Partenza in treno alle 6,58, arrivo a Modica alle 8,04
Foto CorrierediRagusa.it

L’Ast taglia il collegamento Vittoria-Modica? Non c’è problema, gli studenti viaggeranno in treno. Sempre in un’ora e forse più comodi. E’ stato così scongiurato il pericolo per i pendolari vittoriesi e comisani che tutti i giorni si recano a Modica per frequentare l’Istituto Alberghiero. Vittime dei tagli a qualsiasi livello, sono anche gli studenti, dunque. La storica azienda siciliana trasporti ha subito il taglio dalla Commissione europea di finanziamenti Ecobonus ed è stata costretta a eliminare quel tratto di strada. La logica del profitto non guarda se il provvedimento reca danni alla collettività e priva del diritto allo studio un cospicuo numero di studenti. Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia, dalla cui città partono ogni giorni molti ragazzi diretti a Modica, aveva minacciato interventi forti per evitare il taglio, ma dopo qualche ora è giunta la soluzione positiva. Che lo stesso sindaco annuncia: «Dopo la decisione dell’Azienda siciliana trasporti di sopprimere il collegamento Vittoria-Modica, causando gravi disagi ai nostri studenti che frequentano l’istituto Alberghiero ho chiesto agli uffici dei Servizi Sociali di attivarsi per cercare soluzioni immediate. Già nei giorni scorsi si era raggiunto, insieme al comune di Comiso, un accordo con Trenitalia per far partire da quella stazione un convoglio per gli studenti pendolari. Oggi, grazie all’ottimo lavoro svolto dai nostri uffici, siamo riusciti ad ottenere la partenza di un convoglio anche da Vittoria».

Trenitalia, infatti, ha messo a disposizione intanto una carrozza di sessantotto posti che partirà alle 6.58 da Vittoria per raggiungere Modica alle 8.04. «Non solo- continua Nicosia- ma in attesa dell’assegnazione di una seconda vettura sulla stessa tratta, Trenitalia mette a disposizione anche un pullman. A Modica, infine, grazie al dirigente scolastico che ha interessato Prefettura e Provincia, ci sarà un bus navetta che porterà gli studenti dalla stazione ferroviaria a scuola. Insomma, un lavoro sinergico e intenso per far sì che, già dal primo giorno di scuola, siano azzerati i disagi, causati agli studenti dalla decisione dell’Ast». Il sindaco ha pubblicamente ringraziato la dirigente dei Servizi sociali Francesca Pannuzzo, per l’ottimo lavoro svolto; il rappresentante di Trenitalia Francesco Mignosi «che ha accolto le nostre istanze» e, naturalmente le istituzioni Prefettura, Provincia, dirigenza scolastica, che si sono impegnati al massimo per garantire il diritto allo studio per i circa duecento studenti pendolari di Vittoria e Comiso».


a pagare sono sempre i cittadini
15/09/2012 | 14.30.28
giombattista ballarò

Encomiabile il sollecito lavoro svolto dalle amministrazioni di Comiso e Vittoria per ovviare ai disagi degli studenti pendolari che devono recarsi negli istituti scolastici di Modica, deplorevole invece l´atteggiamento dell´azienda siciliana trasporti che dovendo prendere atto di tagli, di meglio non sa fare che porre problemi ai ceti più deboli.Di positivo c´è comunque che l´epoca delle vacche grasse è finita per tutti e molti dovranno darsi una regolata e convincersi che potranno continuare a fare impresa contando solo sulle proprie capacità e non più su fiumi di denaro che per decenni hanno consentito di scialacquare e di non mettere in pratica nessuna capacità imprenditoriale.I tempi di crisi servono per una selezione delle capacità.