Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 685
VITTORIA - 08/07/2012
Attualità - Dopo le polemiche si tagli, una buona notizia dalla sala operatoria

Chirurgia «Guzzardi», laparoscopia su bambino di 6 anni

Il bambino di 6 anni è giunto in Chirurgia con un’appendice acuta purulenta. E’ stato operato in laparoscopia e dopo due giorni dimesso
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo tutte le polemiche su tagli e accorpamenti sanitari, che fanno parte della ragione o della sconsiderata azione della classe politico-aministrativa, ricevere una notizia positiva direttamente dalla sala operatoria è il meglio che può capitare. Al «Guzzardi» di Vittoria nei giorni scorsi è stato eseguito un intervento urgente in laparoscopia a un bambino di 6 anni. Il bambino è giunto nel reparto diretto dal primario Maurizio Carnazza con un’appendicite acuta purulenta. Operazione delicata: ci sarebbe voluto il bisturi per il tradizionale intervento chirurgico, invece l’équipe composta dai medici Salvatore La Terra e Salvatore Trubia, collaborata dall’équipe anestesiologica del dott. Leone, ha eseguito il primo intervento laparoscopico nel nosocomio vittoriese in età pediatrica. Due piccoli fori all’addome e tutto è stato risolto in qualche ora. E anche l’assistenza infermieristica nel pre e post operatorio è stata all’altezza della situazione. Il risultato positivo dell’intervento è confermato dal fatto che il bambino dopo un paio di giorni ha lasciato l’ospedale, è a casa e gode ottima salute.

E la prova di una grande professionalità sanitaria acquisita dentro il nosocomio vittoriese dove, oltre alle competenze nel reparto di Chirurgia, che nel marzo del 2010 ha eseguito un delicato intervento per asportare un angioma epatico gigante su un paziente di 55 anni, patologia rara che attacca il fegato «privilegiando» pazienti di sesso maschile; e il 29 aprile dello stesso anno un altro delicato intervento nei confronti di una paziente di appena 3 anni e mezzo per un’altra gravissima patologia: occlusione intestinale da invaginazione ileoceale, si può associare anche il notevole lavoro di alto livello tecnico e specialistico svolto dai reparti di Rianimazione, Cardiologia e diagnostica per immagine 24 ore su 24.


taci e impara
12/07/2012 | 23.24.36
saro

Caro il mio Dottore,se ne ha le capacità aspettiamo che il poker lo faccia lei.(?).
O forse di poker ne ha fatti diversi?
Altrimenti guardi, impari e taccia.


Un nuovo Massachusetts General Hospital !!!
11/07/2012 | 14.32.50
Manlio

Caspita, nel marzo 2010 un intervento, nell’aprile dello stesso anno un altro e un terzo a luglio 2012 (nel mezzo due anni di allori). A quando il poker?
Dov’è la notizia?
Caro il mio giornalista non si inebri, qualsiasi infermiere di qualsiasi sala operatoria del regno d’Italia Le dirà che si tratta di interventi routinari.


Il silenzio è d´oro...
10/07/2012 | 12.58.42
Saro

Certo che se solo Fianchino stava zitto ancora per qualche giorno...quando si dice la tempestività....